In collaborazione con la compagnia teatrale Eternal Lines, attiva da anni sulla scena romana proponendo spettacoli in lingua inglese sia per il pubblico che per le scuole, il Teatro delle Emozioni (via Tor Caldara 23, in zona Arco di Travertino), presenta Julius Caesar. La tragedia scespiriana, scritta probabilmente nel 1599, è l’opera più lunga e discussa del drammaturgo inglese, che ha ad oggetto la cospirazione patricida delle Idi di Marzo, a causa della quale Giulio Cesare, il dittatore della Reppubblica Romana, viene assassinato, per mano del figlio adottivo Bruto, una volta tornato vittorioso dalla campagna d’Egitto. La scena si apre su Roma, nel momento in cui i cospiratori stanno praticando opera di convincimento su Bruto. Morto Cesare, compare un altro personaggio, Marco Antonio, che porta a conoscenza dell’opinione pubblica il regicidio perpetrato ai danni dell’osannato dittatore. L’opera si chiude cono i preparativi della guerra che Bruto e Cassio muoveranno contro Marco Antonio e Ottaviano, il  pupillo di Cesare. Questa fine costituisce lo spunto per l’opera successiva, Antonio e Cleopatra, una magnifica tragedia d’amore.

L’interesse suscitato dal Julius Caesar deriva non solo dall’ambientazione in epoca romana, ma anche dall’attualizzazione che Shakespeare ha probabilmente voluto dare, ispirandosi al clima di ansietà in cui viveva: Elisabetta I si era rifiutata di nominare un successore, cosa che avrebbe potuto portare, dopo la sua morte, ad una guerra civile simile a quella scoppiata a Roma.

Gli spettacoli per le scuole si terranno tutte le mattine dal 23 al 25 novembre alle 10.30, mentre le repliche serali ci saranno il 24 e il 25 alle ore 21. Se volete chiedere ulteriori informazioni sulle prenotazioni, scrivete a prenotazioni@teatrodellemozioni.it, oppure chiamate al grido di “Quoque tu, Brute, filii mii!” lo 06 78384289.