Arrivato al successo nei cotonatissimi anni ’80 con i suoi Commotions (celeberrimo l’album d’esordio Rattlesnackes), ed essersi “ibernato” in un assordante silenzio negli ultimi quattro anni, Lloyd Cole è finalmente tornato alle cronache musicali nel 2011 con l’apprezzatissimo Broken Record. Forte del tanto sudato contratto con la Tapete Records di Amburgo e del conseguente successo ricevuto, il 49enne musicista scozzese tornerà in Italia in un’ unica data romana nella chiesa di San Paolo entro le mura mercoledì 21 marzo, accompagnato dal trio acustico The Small Ensamble.

Il sempreverde Lloyd ripresenterà al pubblico del nostro stivale questa sua ultima fatica discografica, particolare fin dal concepimento se si pensa che tutti i musicisti che hanno partecipato alla sua incisione, sono stati contattati con una mail preventiva in cui gli si spiegava che i soldi a disposizione erano pochissimi e peraltro non negoziabili. Inaspettatamente tutti hanno accettato il suggestivo ingaggio, ponendo in questo modo le fondamenta per la formazione di un’incredibile studio band composta tra gli altri da: Fred Maher (batteria e percussioni – Scritti Politti, Lou Reed, Matthew Sweet, primi album di Lloyd Cole), Rainy Orteca (basso e voce  – Joan as Policewoman, Anthony and the Johnsons, Brilliantine) Mark Schwaber (chitarra, mandolino, voce,The Small Ensemble, Spouse, Hospital), Matt Cullen (Chitarra e banjo -The Small Ensemble, The Sighs, Ware River Club)  Blair Cowan ( Tastiere – The Commotions, Paul Quinn, Alisdair Robertson), Bob Hoffnar  (Hem, Crash Test Dummies, my Bad Vibes album) e Joan Wasser  (Joan as Police Woman, Anthony and the Johnsons, Dambuilders). Il 21 marzo sarà senz’altro una buona occasione per testare ciò che ne è venuto fuori.

 

Porte/botteghino

20:30

concerto

21:00

 

ingresso

15 euro + 2,25 euro d.p.

 

@ CHIESA DI SAN PAOLO ENTRO LE MURA

Via Nazionale 16 A – Roma

06 89560116; info@ausgang.it