Uno dei remake più complicati della storia del cinema è sicuramente quello de Il Corvo, il cult del 1994 diretto da Alex Proyas e interpretato da Brandon Lee. Abbandonato da registi, sceneggiatori e attori, il rifacimento del fumetto di James O’ Barr non riesce a vedere la luce. Anche perché, tra i detrattori del progetto, c’è lo stesso Proyas che ha dichiarato: Sinceramente non credo sia necessario. Come ho già detto molte volte ho completato il film solo per onorare Brandon Lee. Sento Il Corvo come la sua eredità. Sarebbe bello se Hollywood lasciasse questo film così come è.

Dopo il discreto sequel di Tim Pope con Vincent Perez la saga de Il Corvo è proseguita con una infinità di prodotti direct-to-video di pessima qualità. Ecco perché l’atteso remake diretto da Corin Hardy non potrà mai essere peggiore de Il corvo 4 con Edward Furlong. Resta ancora un mistero chi vestirà i panni di Eric Draven perché Jack Huston, seguendo l’esempio di Luke Evans, ha abbandonato il progetto. In ogni caso le riprese dovrebbero partire questo mese quindi, con o senza l’approvazione di Proyas, Il Corvo tornerà molto presto a mietere vittime.