Qualche giorno fa è stata resa nota l’intenzione della Disney di acquistare Netflix, il fenomeno streaming che ha conquistato il mondo negli ultimi anni con tanti film, documentari, show e serie tv. Tuttavia si aggiunge una ulteriore minaccia per Netflix che arriva da Amazon, il colosso di Seattle che lancia una sfida diretta alla piattaforma streaming con il suo servizio video in abbonamento. Wall Street Journal ha infatti riportato la notizia secondo cui Amazon sarebbe ormai pronto per lanciare il suo Prime Video in ben 200 paesi nel mese di Dicembre 2016.

L’Italia è uno di questi, insieme agli Stati Uniti, il Regno Unito, la Germania, l’Austria e il Giappone, ma anche l’India. Il successo di Netflix è soprattutto nel prezzo dell’offerta che risulta alla portata di tutti e non è una spesa troppo impegnativa anche per uno studente o un precario. Ma Amazon Prime Video sarà competitivo anche da questo punti di vista, vendendo l’abbonamento a soli 7,99 euro al mese, quindi bisogna vedere solo se la qualità e la quantità di titoli sarà all’altezza di quelli di Netflix che, come tutti sanno, ormai è anche produttore e quindi può contare su film e serie tv originali ed esclusivi.

Jeremy Clarkson, per esempio, ha scritto un tweet qualche giorno fa, prevedendo questa sfida imminente tra Amazon e Netflix: “Amazon è diventata globale, sta per diventare disponibile in 200 Paesi. Praticamente in tutto il mondo”! Quindi sembra ormai ufficiale questo scontro di Amazon con Netflix, un rivale comunque molto potente che al momento detta legge in 190 paesi con una strategia vincente ed efficace. Il gruppo di Jeff Bezos e quello di Reed Hastings punteranno su prodotti e offerte simili ma anche diversi, da produzioni globali ad altri di origine più locale e circoscritta, ma il rischio della competizione permetterà comunque allo spettatore di scegliere la soluzione ideale, ma anche, perchè no, abbonarsi ad entrambe le piattaforme streaming e valutare la migliore!