Il Teatro Valle Occupato si sta occupando anche di musica. Da giovedì scorso, grazie all’avvio di una intera settimana dedicata alla musica, è stata messa in atto una vera e propria chiamata alle armi, rivolta a tutti i musicisti e agli operatori del settore. L’idea è che proprio dal Valle possa partire un grande tavolo che affronti tutti i problemi legati alla musica e che faccia delle proposte concrete, che mettano tutti d’accordo, per affrontare subito l’emergenza in cui volgono gli artisti e gli operatori musicali italiani, e per dare un segnale concreto di cambiamento. Sono state preparati una serie di incontri con l’obiettivo di arrivare ad un’assemblea nazionale entro novembre. L’aria di cambiamento parte dal Valle e la musica non poteva perdere questa occasione di incontro e di cambiamento.

Dopo nomi quali, tra gli altri, Fabrizio Bosso, Antonello Salis, Rita Marco Tulli, chiude il primo ciclo musicale del Teatro Valle Occupato, martedì 18 ottobre, Stefano Bollani.

Di seguito il programma integrale delle prossime serate, fino a martedì.

 

Domenica 16 OTTOBRE (ore 19)

FRANCESCO VILLANI TRIO e GEGE’ TELESFORO QUARTET

Gegè Telesforo (voce) Giuseppe Bassi (basso) Marco Valeri (batteria) Domenico Sanna (piano) e con Max Ionata (sax tenore)

 

Lunedì 17 OTTOBRE (ore 21)

J.S. BACH – LE VARIAZIONI GOLDBERG MARIA PERROTTA (PIANO) (ore 22)

LA SFIDA AL PIANO MAX SCATENA VS. MARCO VERGINI (ore 23)

MUSICA CLASSICA IN JAZZ MACHINE PROJECT

 

Martedì 18 OTTOBRE (ore 21)

ANDREA SATTA presenta SERGIO STAINO con l’accompagnamento di ANGELO PELINI (PIANO)

STEFANO BOLLANI (piano solo) (ore 22)