Brad Pitt è in trattative per il ruolo principale in The Gray Man, adattamento cinematografico del thriller scritto da Mark Greaney. Già lo scorso gennaio era stato fatto il nome di James Gray (We Own the Night) per la regia, mentre il soggetto è opera di Adam Cozad, già attivo per il franchise Jack Ryan targato Paramount.

La storia di The Gray Man si basa sulla vita di Gentry, un collaboratore della CIA con una mansione molto audace, quella dell’assassino. Gentry passa silenziosamente da un “lavoro” all’altro, raggiungendo obiettivi impossibili, ma ci sono delle forze ancora più letali di lui, che hanno deciso di farlo fuori. Per questo Gentry non vede più la differenza fra uccidere per guadagnarsi da vivere e uccidere per rimanere in vita.

La partecipazione di Pitt a questo film, le cui riprese dovrebbero iniziare tra gennaio e febbraio 2012 dipende dalla fine delle riprese di World War Z, film apocalittico diretto da Marc Foster (Quantum of Solace, Il cacciatore di aquiloni )e basato sul libro di Max Brooks.

Nel caso in cui dovesse accettare, Brad interpreterà di nuovo un killer dopo Mr. and Mrs. Smith (2005). Sicuramente, dopo averlo visto recitare in The tree of life di Malick, nel 2012 vedremo Brad in Moneyball, diretto da Bennett Miller, e in World War Z.