Qualche giorno fa, in occasione dei press junket organizzati per Guardiani della Galassia Vol. 2, Chris Pratt ha rilasciato una intervista al sito americano SlashFilm, durante la quale si è sbottonato sul prossimo Avengers: Infinity War. Parliamo di un progetto (diviso in due lungometraggi) decisamente più grande di un qualsiasi film dei Marvel Studios, e in tutto questo c’è anche un pericolo reale che riguarda molti dei personaggi che amiamo, che corrono il rischio di perdersi nella confusione e non fare alcunché. L’attore che veste i panni di Star Lord ha però voluto rassicurare i milioni di appassionati, rilasciando alcune dichiarazioni interessanti sul nuovo film dei fratelli Russo. Ecco qui:

“Il risultato finale è esattamente lo stesso di lavorare su qualcosa ideata da James Gunn, perché non importa chi sta scrivendo, c’è un processo per rendere autentici nei miei confronti il dialogo e l’azione. Con James è innato. Scrive il dialogo che dovrei improvvisare. E quando dico ‘improvvisazione’ io non intendo solo ‘scherzo’. Voglio dire prendere possesso del ruolo, colloquiare, rendendo mie le cose. Rendendolo più o meno mio. Anche quando si tratta di James, e sto dicendo esattamente quello che ha scritto, io sto facendo il mio. Così, alla fine della giornata, il risultato è esattamente lo stesso, è solo un modo leggermente diverso di arrivarci”.

Rocket Raccoon e Baby Groot in Guardiani della Galassia vol. 2

 

“Ho appena sentito qualche notizia in merito a qualche strategia di marketing che ha visto un po’ di roba tagliata da Infinity War e lui è al settimo cielo. Noi in questo modo, stiamo sostenendo il nostro lavoro. E con ‘noi’ voglio dire i Guardiani. I Guardiani che sono nel film. Abbiamo fatto grandi cose. È davvero divertente. È molto, molto da Guardiani. È il nostro tono, è la nostra voce. E mi sentivo così ogni giorno, anche se alla regia ci sono i fratelli Russo, James invece è il produttore esecutivo”.

“Lui non era lì sul set, ma il suo spirito era presente. James e io abbiamo una scorciatoia quando lavoriamo insieme, e lui ha un rapporto simile con ogni attore con cui lavora, e in un certo senso, mi sentivo come Quill, ho avuto un po’ più di responsabilità sul set nel prendermi cura dei miei Guardiani mentre ero lì, come se fossi un po’ la voce. E io non voglio dire in nessun modo che  i Russo siano stati poco presenti, anzi stiamo collaborando per fare la cosa migliore possibile”.

“Certamente i Guardiani avranno un ruolo chiave nel nuovo film, e anche se Gunn non è coinvolto nello script, il film manterrà lo stesso tono che i fan conoscono e amano. I commenti di Pratt si allineano con le dichiarazioni dei colleghi Dave Bautista , che ha pubblicizzato l’unità e la forza della squadra in Infinity War”.

Ma perché Pratt ha voluto specificare “i Guardiani presenti nel film” in una delle sue risposte ? Questo significa che ci sono alcuni membri del team che non appariranno in Infinity War ? E se questo è il caso, vorrebbe dire che quei personaggi sono del tutto fuori dalla battaglia con Thanos o che semplicemente potrebbero non essere presenti fino al sequel di Infinity War ? È quasi sicura la presenza di Rocket Raccoon, ma per quanto riguarda gli altri membri del team ?

I commenti di Pratt non sono così rassicuranti dopo tutto, in quanto metterebbero in discussione il futuro di alcuni dei personaggi più amati della Marvel, e dal momento che Thanos è stato essenzialmente a riposo negli ultimi film, è quasi certo che farà il suo ritorno per Infinity War in grande stile.

Per leggere la nostra recensione di Guardiani della Galassia Vol.2 clicca QUI.