Death Wish del 1974 è stato un film d’azione sulla vendetta interpretato da Charles Bronson che ha dato il via ad un franchising violento e di successo. Ora Eli Roth sta dirigendo un remake cuna nuova leggenda del cinema d’azione e inaspettato musicista di blues Bruce Willis.

In un’intervista a Yahoo Movies, Roth ha detto: “Abbiamo voluto riportare sul grande schermo quel grande e classico Bruce Willis che tutti conosciamo e amiamo“. “Volevo riportare Bruce a Il quinto elemento, Unbreakable, la gloria di Die Hard e fargli costruire un’altra performance iconica, e credo davvero che lo abbia fatto. Voglio dire che penso davvero che questo possa essere il suo Taken”.

Bruce Willis in Death Wish

Il film originale di Death Wish è la storia di un uomo, Paul Kersey, che vive una vita di violenza come vigilante dopo che la moglie viene uccisa e la figlia viene aggredita durante un’invasione a casa. Nel film Kersey è un architetto di Manahttan. La versione di Roth vede Kersey come chirurgo e sposta l’azione a Chicago.

Il cambiamento nella professione è interessante, in quanto vi è un “certo insieme di abilità” che sono inerenti al proprio lavoro come chirurgo. Tagli di precisione e confidenza con il sangue. Nell’intervista con Yahoo Movies, Roth ha aggiunto: “Con ogni uccisione quando si avvicina a trovare la gente che ha fatto qualcosa alla sua famiglia, ottiene una nuova abilità. Diventa sempre meglio. Così, alla fine del film, è molto più vicino a John McClane…Le cose che lo rendono un buon chirurgo lo rendono anche un grande killer“.