Molti appassionati del web sono grandi fan dei cortometraggi austriaci di Kevin Kopacka, Hades and TLMEA: opere estetiche semplici e sperimentali mascherate da film horror. Kopacka sa costruire la suspense e dipingere un mondo astratto affascinante con pochissimi soldi e scarse risorse, e stiamo aspettando di vedere cosa farà prossimamente.

Intanto come ultimo lavoro, insieme al collega Alex Bakshaev, egli ha finito la produzione dell’episodio pilota di Dylan, la loro nuova proposta – orgogliosamente non autorizzata – ispirata al cult italiano / noir Dylan Dog di Tiziano Sclavi. Quel lungo libro è stato adattato con il film autorizzato del 2011 Dylan Dog: Dead of Night, un film che sembrava aver perso la bussola e l’allegria del fumetto.

Dylan Dog è un “investigatore dell’ incubo” che, insieme al suo unico assistente, risolve casi che riguardano sconosciuti e fenomeni paranormali, spesso coinvolgendoli in mondi sanguinari e surreali del sogno. Kopacka è un grande fan dei fumetti, ma a causa di ragioni di copyright, la sua serie Dylan ha dovuto cambiare il nome dei personaggi, anche se l’essenza del fumetto è tenuta viva quanto più possibile.

Il pilot di 30 minuti è intitolato “Il sogno del morto vivente” e potete vederlo nel video qui sopra.