La giovane Bella (Kristen Stewart) è ad un bivio, tra la vita e al morte, tra il mondo dei vampiri e quello dei licantropi. Non può più aspettare e deve fare la sua decisione. Nel terzo capitolo della saga Twilight, intitolato “Eclipse”, le decisioni da prendere sono molte e pressano la protagonista femminile che si trova contesa in un vero e proprio triangolo amoroso.

Se negli altri due film, il licantropo alla fine non aveva chances, qui si apre uno spiraglio maggiore e sembrerebbe che nel cuore di Bella ci sia un posticino anche per il lupo dal cuore tenero. Diretto dal regista David Slade, l’attesissimo “Eclipse” si presenta come un film più dark e tendente all’horror rispetto ai primi due capitoli. Infatti, oltre alla storia d’amore, trova maggiore spazio l’azione e gli scontri violenti tra vampiri e tutto ciò che li intralcia. Si celebra la cerimonia del diploma, un traguardo da festeggiare per tutti i ragazzi, ma non per Bella, che deve decidere dove e con chi continuare la sua vita.

Sembra decisa a trasformarsi in vampiro, per poter passare l’eternità accanto all’amato Edward, ma la presenza di Jacob si fa più pressante e il ragazzo sembra diventare per lei davvero importante, anche perché è un’alternativa alla morte e ad una vita comunque sottoforma di “mostro”. L’amore sembra assumere diverse forme e non si riesce a capire bene le intenzioni della ragazza, mentre nel mondo i cosiddetti “Neonati”, ovvero persone appena divenuti vampiri, stanno diffondendo il terrore a Seattle per creare un vero e proprio esercito a servizio della vendicativa Victoria.

Eclipse”, forse per merito soprattutto del regista, è il film migliore dei tre, anche grazie alla storia che arriva ad un’evoluzione interessante e coinvolgente. Infatti, mentre il primo “Twilight” presentava la situazione e la difficoltà di un amore impossibile, e il secondo “New Moon” sembra delineare solo una preparazione a ciò che accadrà dopo, questo ultimo film lega tutto in un modo convincente, dove sentimento e adrenalina sono mixate in modo professionale e incisivo. Effetti speciali accurati, e la musica che accompagna perfettamente le varie scene, nonché il cast notevole, che oltre ai volti a cui ormai siamo affezionati, è formato da nuovi personaggi. Tutto, manovrato da Slade, ha permesso la realizzazione di un film discreto, che chiarisce qualcosa in più dell’avventura di Bella ed Edward e prepara alla svolta finale che sarà “Breaking down” diviso in ben due film.

Intanto dal 30 Giugno è nelle sale “Eclipse”, non perdetelo.