In realtà ce lo aspettavamo tutti e come preannunciato questa 69esima edizione dei Golden Globes, assegnati da una giuria di circa novanta giornalisti della stampa estera iscritti all’HFPA (Hollywood Foreign Press Association) e presentata per la terza volta dall’irriverente Ricky Gervais nella sala delle feste del Beverly Hilton Hotel, ha dato onori e meriti ai film che si sono contesi il lustro dei riflettori dallo scorso Festival di Cannes ad oggi.  Vincitori nelle categorie di miglior film sono stati Paradiso amaro – The Descendant (per la sezione “drammatico”) ed il fantastico The Artist (per il film “commedia/musical”), ed entrambi si sono portati a casa anche il premio come miglior attore andato rispettivamente a George Clooney Jean Dujardin.

Per quanto riguarda il gentil sesso, non poteva non essere assegnato alla veterana Meryl Streep il Globo per la migliore interpretazione femminile, drammatica, assegnatole per la strabiliante performance nei panni dell’ex Prime Minister britannico, Margareth Tatcher in The Iron Lady. Meritato e forse un po’ inaspettato invece il riconoscimento alla giovane Michelle Williams, che in My Week With Marilyn ha vestito i panni di Marilyn Monroe, portandosi a casa per questa interpretazione il premio alla miglior attrice di “commedia/musical”.

Sono arrivati anche riconoscimenti per i veterani dei red carpet internazionali, che da sempre fanno incetta di premi, da Woody Allen, miglior sceneggiatura per Midnight in Paris a Steven Spielberg, miglior film d’animazione per Le Avventure di Tintin: il Segreto dell’Unicorno, fino ad arrivare a Martin Scorsese, premiato per la regia del suo Hugo. Non è di certo mancato il glam, con la regina del pop,  Madonna, premiata per la canzone dei titoli di coda di W.E., “Masterpiece”, da lei co-scritta ed interpretata.

Grande scelta di classe da parte della stampa straniera anche il riconoscimento per “Una separazione” (Jodái-e Náder az Simin, in lingua originale), film del 2011 scritto e diretto da Asghar Farhadi che dopo aver ottenuto numerosi riconoscimenti internazionali, tra cui l’Orso d’oro alla 61a edizione del Festival di Berlino, ha vinto il premio come Miglior film straniero ai Globes, ed è stato selezionato ufficialmente per rappresentare l’Iran ai Premi Oscar 2012.

Ecco tutti i vincitori per le due sezioni, FILM e TELEVISIONE:

Sezione FILM:

  • Miglior film drammatico: Paradiso Amaro – The Descendant
  • Miglior attore di film drammatico: George Clooney (Paradiso Amaro – The Descendant)
  • Miglior attrice di film drammatico: Meryl Streep (The Iron Lady)
  • Miglior commedia/musicalThe Artist
  • Miglior attore di commedia/musical: Jean Dujardin (The Artist)
  • Miglior attrice di commedia/musical: Michelle Williams (My Week With Marilyn)
  • Miglior regista: Martin Scorsese (Hugo Cabret)
  • Miglior attrice non protagonista: Octavia Spencer (The Help)
  • Miglior attore non protagonista: Christopher Plummer (The Beginners)
  • Miglior sceneggiatura: Woody Allen (Midnight in Paris)
  • Miglior film straniero: A Separation – Una Separazione
  • Miglior film d’animazioneLe Avventure di Tintin: il Segreto dell’Unicorno
  • Miglior colonna sonora: Ludovic Bource (The Artist)
  • Miglior canzone: Masterpiece (W.E. – Edward e Wallis) cantata da Madonna
  • Premio alla carriera Cecil B. De Mille: Morgan Freeman

 

Sezione TV:

  • Miglior serie drammatica: Homeland
  • Miglior attore drammatico: Kelsey Grammer (Boss)
  • Miglior attrice drammatica: Claire Danes (Holemand)
  • Miglior serie commedia/musical: Modern Family
  • Miglior attore di commedia/musical: Matt LeBlanc (Episodes)
  • Miglior attrice di commedia/musical: Laura Dern (Enlightened)
  • Miglior miniserie: Downton Abbey
  • Miglior attore in una miniserie: Idris Elba (Luther)
  • Miglior attrice di una miniserie: Kate Winslet (Mildred Pierce)
  • Miglior attore non protagonista: Peter Dinklage (Game of Thrones)
  • Miglior attrice non protagonista: Jessica Lange (American Horror Story)

 

Ecco quindi come si sono distribuiti i Globi d’Oro per questa 69esima edizione, chi ne è uscito vinto e chi vincitore. Tre premi per The Artist, due per The Descendants (Paradiso Amaro), che sono stati quelli ad accaparrarsene di più ed uno a testa per i restanti film, The Help, The Iron Lady (alla meravigliosa Meryl Streep), Beginners, W.E., A Separation, The Adventures of Tintin, Midnight in Paris, My Week With Marilyn ed Hugo (di Martin Scorsese). Se come sempre questi riconoscimenti sono in parte, anticipazione dell’ancora più ambita premiazione degli Oscar, staremo a vedere chi vincerà le tanto ambite statuette, il prossimo 26 febbraio 2012.

 

Di seguito le scene più divertenti ed emozionanti della serata di ieri:

Il presentatore Ricky Gervais dà inizio alle danze:

 

George Clooney ritira il premio al miglior attore, introdotto da Natalie Portman:

 

Meryl Streep ritira il premio alla miglior intepretazione femminile, introdotta da Colin Firth:

 

Steven Spielberg, ritira il premio per il miglior film d’animazione per “Le Avventure di Tintin: il Segreto dell’Unicorno”

 

Il discorso di Madonna premiata per “Best Original Song”