In scena al Teatro Vittoria, da ieri e fino all’8 Gennaio, c’è Grisù, Giuseppe e Maria, spettacolo comico di Gianni Clementi (già autore de Il Cappello di carta, L’Ebreo e Ben Hur)e con Paolo Triestino e Nicola Pistoia, protagonisti affiatatissimi. Pistoia firma anche la regia dello spettacolo. Completano il cast: Francesca Abategiovanni, Sandra Caruso e Diego Gueci.

L’azione si svolge a Pozzuoli, nell’Italia povera ma appassionata degli anni Cinquanta, dove all’interno di una sagrestia Don Ciro (Paolo Triestino), il suo strampalato sagrestano Vincenzo (Nicola Pistoia), due sorelle, Rosa e Filomena, nei guai insieme ad Eduardo,fascinoso farmacista del paese, ci portano indietro nel tempo, facendoci sorridere. Quella rappresentata in Grisù, Giuseppe e Maria è un’Italia che non c’è più, in cui i l’attesa per la realizzazione di un sogno si contava con i chilometri della distanza e si affidava alle valige di cartone, ad una canzone, ad una miniera lontana o ad un pallone. Clementi ricorda, con questa commedia, le atmosfere della migliore commedia napoletana, rappresentando un’umanità italiana tenera e ingenua, in cui i sentimenti e la reputazione valevano più dei soldi.

Per festeggiare l’anno nuovo, si prevedono due spettacoli: il primo alle 20 e il secondo alle 23. Tra una rappresentazione e l’altra, la compagnia si unirà al pubblico per un brindisi. Per maggiori informazioni, cliccate su http://www.teatrovittoria.it/.