Sembra che le cose si metteranno bene per i Potteriani degli Stati Uniti in un futuro non troppo lontano. Harry Potter e la Maledizione dell’Erede (sembra questo il titolo definitivo) sta cercando di salire sulla sua scopa per volare oltreoceano verso New York ed aprire i battenti ad Aprile 2018.

Pottermore (sito internet ufficiale di J.K Rowling) ha annunciato oggi che i produttori di Harry Potter e la Maledizione dell’Erede, Sonia Friedman e Colin Callendar sono attualmente in “trattative intense” per portare lo spettacolo a Broadway. Lo show a New York inizierà nella primavera dell’anno 2018 al teatro lirico. L’accordo non è stato ancora firmato e siglato, ma potete stare tranquilli perché le trattative sono già a buon punto, altrimenti i produttori non avrebbero fatto un comunicato stampa ufficiale.

Nel momento in cui sarà tutto risolto, il luogo designato sarà oggetto di un’opera di riprogettazione e rimodellamento multimiliardario in vista dello spettacolo. Quando sarà finita, ci saranno ben 1500 posti a sedere e Friedman sostiene che “sarà abbastanza intimo come dramma, ma anche abbastanza grande per seguire le orme londinesi e continuare a fornire biglietti low-cost”. Secondo il New York Times, Paramour, il musical del Cirque du Soleil, che attualmente si trova in quello spazio, è ora alla ricerca di una posizione diversa in modo da potere lasciare il Lyric in Aprile. Il teatro dovrà chiudere a maggio per iniziare i lavori di ristrutturazione.

Presentato come l’ottava storia di Harry Potter e ambientato 19 anni dopo gli eventi de “I Doni della Morte”, La Maledizione dell’Erede vede ormai il ragazzo entrare nel periodo della mezza età. Egli lavora per il Ministero della Magia, ha una famiglia che include anche un figlio, Albus Severus, e non riesce proprio ad avere un legame col giovane Albus. Quest’ultimo sente di crescere all’ombra della figura di suo padre e trova l’occasione di prendere in mano il suo destino con conseguenze potenzialmente devastanti.

L’opera di svolge in due parti messe in scena in due serate consecutive e probabilmente manterranno lo stesso formato anche per gli spettacoli di New York. Jack Thorne ha scritto la sceneggiatura basata su una storia creata da J.K. Rowling e John Tiffany. Le date esatte e i dettagli sui biglietti non sono ancora stati rivelati, ma vi terremo aggiornati con più informazioni nel momento che verranno diffuse il prossimo anno o giù di lì. Quando lo show finalmente sarà ufficializzato, siamo sicuri che tutti correranno a comprare il biglietto. Infatti è stato un successone a Londra e ci sono tutte le ragioni per credere che sarà lo stesso anche a New York.