In occasione della notte delle streghe noi di NewsCinema abbiamo deciso di dedicare un ricco speciale ad una delle saghe horror più importanti della storia del cinema di genere: Halloween. Realizzato dal maestro John Carpenter nel 1978 con un budget di soli 325.000 dollari Halloween-La notte delle streghe è ancora oggi uno dei film indipendenti di più grande successo della storia cinematografica con oltre 47 milioni di dollari incassati negli Stati Uniti. Ambientato nella piccola e tranquilla cittadina di Haddonfield in Illinois Halloween è il primo slasher moderno dai tempi del cult di Hitchcock Psycho e unico antesignano di importanti pellicole horror del calibro di Scream, So cosa hai fatto, Urban Legend e molti altri. Il film scritto, diretto e musicato da John Carpenter (suo il celebre tema della saga) narra la storia del piccolo e disturbato Michael Audrey Myers, un ragazzino rinchiuso in un ospedale psichiatrico sotto la supervisione dello psicologo Samuel Loomis (Donald Pleasence) in seguito all’omicidio della sorella maggiore. Evaso quindici anni dopo nella notte di Halloween Michael Myers ritorna ad Haddonfield dove concentra le sue terribili mire psicopatiche sulla baby-sitter Laurie (una giovanissima Jamie Lee Curtis agli esordi) e i suoi tre amici. Pensato come capitolo unico Halloween-La notte delle streghe ebbe poi un ovvio sequel in seguito alla vendita nel 1981 dei diritti del film al produttore Dino De Laurentiis che realizzò Il signore della morte, scritto da John Carpenter e diretto da Rick Rosenthal.

tyler-mane-in-una-scena-del-film-halloween-47197Vero e proprio sequel diretto del primo capitolo Il signore della morte espande l’universo di Michael Myers e Laurie Strode regalando importanti chicche sul misterioso legame tra vittima e carnefice. Il risultato finale discreto ma non eccellente come l’originale (lo stesso Carpenter si rifiutò di apparire nei titoli di coda e bocciò il film) indirizzò la saga verso alcuni fondamentali dettagli che sarebbero poi tornati in seguito quali l’invincibilità di Michael Myers, l’arrangiamento in chiave gotica del celebre tema e la canzone Mr. Sandman dei Chordettes. Due anni dopo Tommy Lee Wallace in cabina di regia e John Carpenter alla produzione tentarono di aggiornare la già rodata saga realizzando un terzo capitolo completamente diverso dai precedenti: Michael Myers sparì dalla storia così come anche il genere slasher e la trama fu tutta concentrata su uno scienziato pazzo. Per quanto il tempo abbia poi regalato ad Halloween 3 lo status di cult del cinema horror la critica non fu particolarmente positiva additando il film come un tipico e banale horror anni ’80, non peggiore ma neanche migliore di molti altri film dello stesso genere. Nel 1988 con Halloween 4-Il ritorno di Michael Myers si compì un passo indietro: l’insuccesso e la scarsa accoglienza dei fan al precedente capitolo indirizzarono il regista Dwight H. Little a reinserire i principali personaggi dell’originale. Ambientato dieci anni dopo il primo capitolo Halloween 4-Il ritorno di Michael Myers vede Michael Myers uscire dal coma per cacciare la figlia di Laurie Strode (data per morta), Jamie Lloyd (Danielle Harris), adottata dalla famiglia Carruthers ad Haddonfield. Sulle sue tracce ancora una volta il dottor Loomis (Donald Pleasence). Halloween 4-Il ritorno di Michael Myers, nonostante la discreta accoglienza di pubblico e critica (poche le scene splatter), fu il primo capitolo senza la supervisione di John Carpenter, ormai contrario ad ulteriori espansioni della storyline di Michael Myers.

halloween29_hiresL’anno successivo la saga continuò ad allontanarsi dall’horror puro dell’originale per approdare (quasi) al genere paranormale con Halloween 5-La vendetta di Michael Myers, sequel diretto da Dominique Othenin-Girard. In questo quinto capitolo Michael Myers sviluppa un legame telepatico con la nipote Jamie Lloyd (Danielle Harris) che riesce a vedere tutti i suoi omicidi. Anche questa volta a lottare contro il celebre assassino torna il dottor Loomis (Donald Pleasence), deciso a catturare una volta e per tutte il crudele ed inarrestabile Michael Myers. Accolto negativamente dalla critica cinematografica (lo stesso Internet Movie Database detiene un 4,5 su 19) ed unico episodio inedito in Italia (è possibile trovarlo solo in lingua originale sottotitolato) Halloween 5 mostrò la ripetitività della saga, ormai dopo cinque capitoli giunta al (quasi) totale esaurimento delle idee. Così passarono sei anni prima di vedere Michael Myers di nuovo in azione in Halloween 6-La maledizione di Michael Myers, un film diretto da Joe Chapelle in cui furono affrontati temi improbabili quali il culto dei druidi, legami familiari sempre più ambigui (e poco credibili) e la conclusione della storyline di due personaggi fondamentali quali Jamie e il dottor Loomis. Dopo ben quattro capitoli uno più deludente dell’altro arrivò il momento di rinnovare la saga ed ecco approdare nel 1998 con una produzione di alto livello (la Dimension Films acquisì i diritti) Halloween-20 anni dopo che celebrava i 20 anni dal primo capitolo ricongiungendosi direttamente ai primi due storici film. Halloween-20 anni dopo vede il ritorno di Jamie Lee Curtis nei panni di Laurie Strode (totalmente abbandonate le storylines dei precedenti quattro capitoli) affiancata da teen star quali Josh Hartnett, Michelle Williams e Joseph Gordon-Levitt.

halloween_stillL’intensa campagna promozionale e un accostamento allo slasher moderno in stile Scream (citato nel film) portarono alla saga una rinnovata vitalità con oltre 130 milioni di dollari incassati a fronte dei 17 spesi. La regia di Steve Miner unita ad un cast eccellente e ad alcune brillanti chicche (ritorna la celebre Mr. Sandman dei Chordettes) riavviarono la saga ormai consumata di Halloween e portarono la Dimension Films a sviluppare un altro sequel diretto della storia: Halloween-La Resurrezione. Diretto da Rick Rosenthal e girato come una specie di mockumentary in chiave moderna Halloween-La Resurrezione riportò la saga di Halloween in basso regalando come unica chicca la morte della celebre Laurie Strode, interpretata per l’ultima volta da Jamie Lee Curtis. Con il debole Halloween-La Resurrezione giunge definitivamente a termine la saga “originale” dedicata a Michael Myers, totalmente rinnovata e riavviata da Rob Zombie nel 2007 con il suo remake/riadattamento intitolato Halloween-The Beginning. Ispirato largamente all’originale di John Carpenter Halloween-The Beginning racconta nuovamente la storia del bambino disturbato Michael Myers spiegando le origini del suo male. Cresciuto in un ospedale psichiatrico sotto le cure del dottor Loomis (Malcom McDowell) Michael Myers evade e concentra le sue attenzioni sulla babysitter Laurie Strode (interpretata da Scout Taylor-Compton). Dopo il successo di La casa dei 1000 corpi e La casa del diavolo e l’appoggio di John Carpenter (che gli disse: “Vai Rob, fai il tuo film”) Rob Zombie diresse questo remake con il freno a mano tirato, consapevole forse di dover riavviare una delle saghe horror più importanti della storia del cinema. Ma nonostante lo scarso appeal di questo Halloween-The Beginning il pubblico premiò il film regalando un incasso di oltre 80 milioni di dollari worldwide.

Il successo commerciale della pellicola portò la Dimension Films a sviluppare un sequel, ancora una volta diretto da Rob Zombie: Halloween 2. Sviluppato in modo controverso e personale Halloween 2 espande la storyline di Michael Myers e Laurie Strode regalando un livello di sangue e violenza degni dell’originale. Purtroppo la poca linearità della storia e lo stile personale di Zombie (finalmente a briglia sciolta) non bissarono il successo del primo capitolo portando ad un incasso di 37 milioni di dollari a fronte dei 15 spesi. Così nonostante fosse in programma un terzo capitolo intitolato Halloween 3-D (sviluppato da Alexandre Aja e diretto da Patrick Lussier), la saga lottò contro lo stop forzato della produzione e la successiva cancellazione del film dalle uscite della Weinstein. Sicuramente Michael Myers tornerà prima o poi a mietere vittime. Ma nell’attesa di rivedere maschera e coltello girare tranquillamente per la cittadina di Haddonfield noi di NewsCinema vi auguriamo Buon Halloween con alcune delle scene più significative di questi indimenticabili dieci capitoli dedicati al serial killer cinematografico più importante di tutti i tempi, Michael Myers:

Halloween-La notte delle streghe, il trailer originale

Halloween 2-Il signore della morte, il trailer originale

Halloween 3-Il signore della notte, il trailer originale

Halloween 4-Il ritorno di Michael Myers, il trailer originale

Halloween 5-The Revenge of Michael Myers, il trailer originale

Halloween 6-La maledizione di Michael Myers, il trailer originale

Halloween 7-20 anni dopo, il trailer originale

Halloween 8-La resurrezione, trailer originale

Halloween-The Beginning, il trailer originale

 Halloween 2, il trailer originale

La morte di Michael Myers

La morte di Laurie Strode

Mr. Sandman-The Chordettes

Halloween-official theme