Dal 10 al 27 novembre il Gran Teatro ospiterà le repliche de I Promessi Sposi, opera teatrale di Michele Guardì, noto al pubblico televisivo per essere l’autore del programma I Fatti Vostri, in onda su Rai2 da ormai ventuno anni.

Guardì, da sempre legato al romanzo di Alessandro Manzoni, ha voluto dar vita ad uno dei grandi classici della letteratura italiana, distaccandosi dalla tendenza che accomuna un po’ tutte le ultime produzioni di questo tipo, ossia il musical. L’autore delle musiche, il maestro Pippo Flora, ha dichiarato infatti che “si tratta di un’opera che ha una sua identità : la musica ha schemi classici che vanno dalla lirica al rock”.

La Divina Provvidenza, tanto cara al Manzoni che la fa diventare la guida del destino dei personaggi, anche per Guardì ha un’importanza fondamentale: “È un tema che mi ha colpito e che ha sempre ispirato la mia vita. La Provvidenza per me è stata ed è un riferimento esistenziale, al di là dell’attività lavorativa: l’ho sempre toccata con mano. E quindi ho voluto celebrarla con un’opera che a mio avviso rispecchia esattamente gli schemi che il Manzoni voleva, senza stravolgerli”.

Gli interpreti principali de I Promessi Sposi sono: Noemi Smorra nel ruolo di Lucia, Graziano Galatone è Renzo, la cantante e attrice Lola Ponce veste i panni della Monaca di Monza, mentre Giò di Tonno è Don Rodrigo, Antonio Mameli veste i panni di Don Abbondio, Vittorio Matteucci è l’Innominato, Christian Gravina  nel ruolo di Frà Cristoforo e Antonio de Gobbi è L’Azzeccagarbugli. Dopo le date di Roma, la tournée raggiungerà il Politeama di Palermo (dal 7 all’11 dicembre), il Metropolitan di Catania (dal 13 al 18 dicembre), il Palaforum Bellavia di Agrigento (dal 26 al 31 dicembre).