La sesta edizione del festival del Cinema di Roma si veste di rosa. Diverse le star che calcheranno il red carpet, per film in o fuori concorso: da Charlotte Rampling a Noemi Rapace, da Penelope Cruz (impegnata attualmente nella capitale sul set di Venuto al Mondo diretto da Sergio Castellitto) a Kristin Scott Thomas.  E non è un caso che il film di apertura del 27 Ottobre sarà The Lady di Luc Besson, basato sulla biografia della leader politica birmana Aung Suu Kyi, premio Nobel per la pace.

Anche il cinema italiano avrà le sue protagoniste. Madrina di apertura sarà Luisa Ranieri mentre tra le pellicole troveremo alla regia di Franca la Prima Serena Guzzanti con Franca Valeri come protagonista. Il festival inoltre renderà omaggio all’eterna Monica Vitti, che quest’anno compie 80 anni. Rimanendo sempre in ambito italiano, tra i 15 film in concorso, 4 saranno di casa: La kryptonite nella borsa di Ivan CattaneoIl cuore grande delle ragazze di Pupi Avati, Il mio domani di Marina Spada e Il paese delle spose infelici di Pippo Mezzapesa. Nella sezione L’altro cinema che raccoglie film e documentari sempre di grande impatto, curata da Mario Sesti, spazio sarà dedicato al grande regista di Gioventù bruciata, con Hollywood bruciata- Ritratto di Nicholas Ray di Francesco Zippel. Tra i protagonisti maschili invece troveremo Richard Gere, che ritirerà il Marc’Aurelio alla carriera, Emile Hirsh, Jamie Biel, Jackson Rahtbon e molti altri.

Grande attesa per la Master Class con uno dei mostri sacri del cinema statunitense, Micheal Mann e per la sezione Alice nella città che avrà come eventi Le avventure di Tintin diretto da Steven Spielberg, 15 minuti di anteprima di Hugo Cabaret di Martin Scorsese,  e materiale inedito di  The Twilight Saga: Breaking Dawn – Parte 1 diretto Bill Condon. Sempre nella sezione Alice nella città, saranno presentati l’ultima fatica dello studio Ghibli, From Up on Poppu Hill (Kokurikozaka kara) diretto da Goro Miyazaki e Il Re Leone in 3D. Diversi anche gli eventi speciali. Durante il festival si terrà un incontro con Wim Wenders, che racconterà le nuove frontiere del cinema, presentando il suo Pina in 3D dedicato a Pina Baush e il primo film italiano in 3D, Totò in 3D del 1953.

Interessante infine la sezione Occhio sul mondo, che quest’anno si concentrerà sulla Gran Bretagna con una retrospettiva dal titolo Punk & Patriots. A concludere il festival sarà sempre un’icona femminile: Audrey Hepburn . In occasione del cinquantesimo anniversario dell’uscita in sala di Colazione da Tiffany, il Festival proietterà grazie a Nexo Digital la versione restaurata della pellicola in digitale 4k.