Il Racconto dei Racconti, la recensione del fantasy di Matteo Garrone
3.7Overall Score
Regia
Sceneggiatura
Cast
Colonna Sonora
Reader Rating 0 Votes

Il 14 maggio la 01 Distribution distribuirà in tutti i cinema italiani Il Racconto dei Racconti. Diretto da Matteo Garrone ed interpretato da Salma Hayek, Vincent Cassel, Toby Jones, John C. Reilly, Alba Rohrwacher e Massimo Ceccherini, Il Racconto dei Racconti è un’ intensa trasposizione dal profumo fantasy di tre racconti di Giambattista Basile, uno dei più grandi scrittori della letteratura italiana.

Trama Il Racconto dei Racconti

La Regina di Selvascura (Salma Hayek) è disperata perché non riesce ad avere un figlio. Una notte un negromante le suggerisce una soluzione assai rischiosa: mangiare il cuore di un drago cucinato da una vergine. Mangiato il cuore del drago la Regina dà così alla luce Elias, ma nello stesso momento la vergine partorisce Jonah. I due, identici come fratelli gemelli e uniti da un legame profondo, si scontreranno con la Regina. Nel frattempo a Roccaforte il Re (Vincent Cassel) sente una voce deliziosa provenire da una misera casetta sotto le mura del castello. Immaginando sia una bella giovane il re inizia a corteggiarla ma in realtà quella voce appartiene a due anziane donne disposte a tutte per approfittare della infatuazione del sovrano. E ad Altomonte il Re (Toby Jones), dopo aver catturato e cresciuto una pulce come un maiale, decide di usarne la pelle come indovinello per dare in moglie sua figlia. Ma anche in questo caso un destino beffardo è dietro l’angolo…

Recensione Il Racconto dei Racconti

centro 2

Matteo Garrone, un cast internazionale ed un genere, quello fantasy, inedito nel cinema italiano. Così può essere sintetizzato brevemente Il Racconto dei Racconti, un film che è un vero e proprio esperimento per il regista di Gomorra e Reality, finora impegnato a raccontare storie di tutti i giorni con un approccio fiabesco. Con Il Racconto dei Racconti avviene pressappoco il contrario. Si parte da una storia, dei personaggi ed un contesto fantasy e si finisce con il parlare di passioni, egoismi e fragilità umane. Un esperimento rischioso che però Garrone riesce a gestire con grande eleganza, dosando con intelligenza gli effetti speciali e dando ad attori internazionali ed italiani parti in grado di esaltare le loro qualità. Si parte infatti con Salma Hayek, splendida regina alle prese con le difficili conseguenze dei suoi desideri e si finisce con Toby Jones, ironico Re protagonista degli aspetti più comici e riusciti dell’intero film. Ma Il Racconto dei Racconti non è solo il frutto di belle interpretazioni, ma anche di un’ ottima sceneggiatura e di una regia tanto interessante quanto brillante. Nel film tratto dai racconti di Basile emerge infatti il Garrone pittore che dà ad ogni storia un colore dominante e che sviluppa alcune sequenze che sono un vero e proprio dipinto vivente, in primis quelle della storia del Re di Roccaforte, dominata dal colore rosso e centro di sbalorditive immagini che ricordano i dipinti di Goya.

Ma anche il ritmo non manca. Nonostante il tema difficile e gli oltre 120 minuti di proiezione, Il Racconto dei Racconti non annoia mai grazie al perfetto equilibrio tra fiaba e realtà. Un equilibrio che in altre mani sarebbe potuto essere facilmente rotto vista la difficoltà dell’esperimento. Eppure Garrone, dopo il successo di L’imbalsamatore, Gomorra e Reality, si dimostra un autore in grado di gestire un’operazione di questo genere. Un’operazione che, a dispetto del sostanzioso ma non enorme (visto il genere) budget di 12 milioni di euro, regala un film fantasy a tutti gli effetti. Troviamo infatti bellissimi effetti speciali, location (reali e non ricostruite in studio) magiche e splendidi interpreti in grado di ricreare su grande schermo le splendide fiabe di Basile. E non importa se non è facile trovare un filo comune in grado di legare tutte e tre le storie. Quel che importa è vedere su grande schermo una fiaba emozionante ed ancorata alla realtà che conferma Matteo Garrone come uno dei pochi registi in grado di eccellere in tutti i generi del cinema contemporaneo.

TRAILER