Da venerdì 2 a domenica 4 Dicembre al Teatro Eutheca, presso il campus di Cinecittà, andrà in scena Roberta Carreri in una odissea tutta al femminile, quella di una donna che viaggia da un’isola all’altra del Mediterraneo alla ricerca di un amato scomparso. Sale, questo il nome della piéce in scena per la prima volta nella Capitale, prende spunto da Lettera al vento, l’ultima lettera del romanzo epistolare di Antonio Tabucchi  Si sta facendo sempre più tardi, con l’intento di entrare nelle pieghe dell’animo umano, “fotografando” la voce di un amore, la voce di una vita in un sovrapporsi di ricordi amari come il sale delle lacrime. La novella di Tabucchi si fa teatro, in un crescendo di emozioni, segni, parole, gesti, musiche, che rinnovano il sapore di un amore invecchiato nei ricordi.

Lo spettacolo, prodotto nel 2002 dalla Fondazione Pontedera Teatro e dal Nordisk Teaterlaboratorium Odin Teatret, ha partecipato a nove Festival Internazionali ed è stato messo in scena in oltre dodici i paesi nel mondo tra cui Bulgaria, Francia, Brasile, Germania, Spagna e Colombia  Da novembre la compagnia di Eugenio Barba sarà presente ad Eutheca anche con 2 dimostrazioni di lavoro: si comincia mercoledì 30 alle 21.00 con Orme sulla neve, autobiografia artistica di un’ attrice per chiudere con Lettera al vento, spettacolo dimostrazione con Roberta Carreri e Jan Ferslev, lunedì 5 dicembre sempre alle 21.00.

Per ulteriori informazioni e prenotazioni visitate il sito www.eutheca.eu.