Martedì 8 novembre, l’esperienza del Teatro Valle Occupato si confronta con le difficoltà della realtà palermitana, raccontata dalla voce di Emma Dante. Alle 19.00 il teatro ed i suoi occupanti avranno modo di incontrare Emma Dante e La Compagnia Sud Costa Occidentale.

Presentazione del libro “Intervista a Emma Dante” a cura di Titti De Simone. Saranno presenti Emma Dante, Titti De Simone, i ragazzi della Compagnia: Italia Carroccio, Carmine Maringola, Daniela Macaluso, Davide Celona, Sandro Maria Campagna.

 

 Alle ore 21.00 sarà proiettato, alla presenza della protagonista, in prima assoluta il documentario Emma Dante – Sud Costa Occidentale”, per la regia di Clarissa Cappellani e prodotto da Pinup, in associazione con Arapàn Cinema Documentario, Angeli con la Pistola e Dugong. Questo documentario racconta la storia della compagnia teatrale Sud Costa Occidentale, fondata dalla regista Emma Dante a Palermo nel 1999. In appena una dozzina di anni Emma Dante lascia un segno importante nella scena teatrale internazionale portando alla luce una teoria di spettacoli indimenticabili: mPalermu, Carnezzeria, Vita mia, La Scimia, Medea, Mishelle di Sant’Oliva, Cani di bancata, Il festino, Le pulle, Carmen, La Trilogia degli occhiali. In compagnia di Emma Dante, dei suoi attori e co-fondatori della compagnia (Sabino Civilleri, Manuela Lo Sicco, Italia Carroccio, Carmine Maringola) e dei suoi luoghi (Palermo, l’ex-carcere, la Vicarìa, il teatro alla Scala), il documentario ripercorrerà questi anni di lavoro e successi: dai primi spettacoli con Emma attrice, alle prove clandestine in un ex-carcere del centro storico di Palermo, alla messa in scena della Carmen nel teatro alla Scala di Milano.

La storia della compagnia s’intreccia al racconto della poetica di Emma Dante, che si schiude in tutta la sua originalità attraverso le prove di tanti suoi spettacoli, che ho potuto seguire e riprendere nel corso di tutti questi anni. L’assenza di un copione, l’improvvisazione degli attori e l’imprevedibilità della creazione sono gli ingredienti di un metodo di creazione artistica che oscilla continuamente tra la spietatezza e l’esilarante ironia di una regista esigente e visionaria. Alla proiezione, oltre a Emma Dante, parteciperanno la regista del documentario, Clarissa Cappellani, il critico teatrale Rodolfo Di Giammarco e il critico cinematografico Luca Bandirali.