Ben venti lunghi anni sono passati dallo storico primo capitolo di Independence Day e milioni di fan aspettano ora al varco il nuovo, attesissimo, sequel Resurgence. Tra volti noti, nuovi arrivi e clamorosi addii, il mistero circonda ancora gran parte della produzione targata Emmerich. Nonostante ciò, nel corso degli ultimi mesi molti dettagli interessanti sono stati rivelati. Cerchiamo quindi di fare il punto della situazione e riepilogare tutto quello che attualmente conosciamo su questo nuovo Independence Day: Resurgence.

Il regista

Tutti i remake, reboot e sequel portano con sé una certa dose di preoccupazione da parte dei fan, consapevoli che non sempre è possibile eguagliare il successo dei capitoli originali. Nonostante non siamo ancora in grado di dare un giudizio definitivo su questo Resurgence, molti appassionati saranno sicuramente tranquillizzati nel sapere che dietro la macchina da presa tornerà nuovamente il creatore Roland Emmerich, accompagnato dallo scrittore e produttore storico Dean Devlin. La coppia ha già lavorato insieme su pellicole come Stargate o il Godzilla del 1998. I due si sono detti pronti a creare un film che possa risultare “nuovo” rispetto al precedente, così come “fu nuovo il sequel Aliens di James Cameron rispetto alla pellicola di Ridley Scott”.

day

La sceneggiatura

Il progetto di un sequel per Independence Day iniziò a concretizzarsi solo successivamente al terribile attacco terroristico delle Torri Gemelle. Devlin rimase infatti profondamente colpito nel vedere come il mondo reagì con forza e coesione contro la nuova minaccia terroristica, e si disse convinto di voler trasferire questa idea sul piano fantascientifico di una invasione aliena. Nel 2004, però, la scrittura si fermò, per poi essere ripresa solo alcuni anni dopo. Nel 2014, infine, la 20th Century Fox chiamò Carter Blanchard per revisionare la sceneggiatura e stenderne la bozza definitiva.

La storia

Sono passati ormai vent’anni da quando Independence Day approdò nelle sale cinematografiche di tutto il mondo. Proprio per questo Resurgence avrà luogo esattamente venti anni dopo gli eventi originali del primo film. Gli scienziati sono impegnati nello scoprire i segreti nascosti nelle tecnologie aliene recuperate dalla invasione, e per poter così apprendere nuove conoscenze da applicare alla scienza terrestre. Tutti i personaggi originali hanno speso questi anni proseguendo normalmente con la propria vita. Nel frattempo gli alieni hanno riacquistato la propria forza, sono in cerca di sangue, e sono pronti per invadere nuovamente la Terra.

day2

La trilogia ?

Quando il progetto di un sequel per Independence Day cominciò a prendere piede nel 2009, sia Emmerich che Devlin si dissero disposti a proseguire la saga con due altre pellicole, in maniera tale da firmare una trilogia completa. Nonostante ciò, attualmente Resurgence rimane il solo capitolo in cantiere, per poter vagliare la risposta del pubblico e capire se, dopo tanti anni, gli spettatori sono ancora interessati a quel tipo di storia e a quel tipo di approccio.

Il ritorno del vecchio cast

Tutti si aspettano di rivedere anche in questo Resurgence vecchie conoscenze dalla pellicola originale, come David Levinson (Jeff Goldblum), ora a capo della Earth Space Defence, l’ormai ex presidente Thomas J. Whitmore (Bill Pullman) e Jasmine Dubrow-Hiller (Vivica A. Fox), storica moglie del protagonista originale Steven Hiller. Torneranno inoltre Judd Hirsch nel ruolo del padre di David e Brent Spiner nei panni del dott. Brackish Okun.

Dov’è Will Smith ?

Sfortunatamente Will Smith non vestirà più i panni dello storico capitano Steven Hiller. Stando a quanto dichiarato dal regista, infatti, un eventuale ingaggio dell’attore statunitense sarebbe stato fin troppo costoso, con una cifra altissima sui 50 milioni di dollari. Non c’è alcuna speranza di rivedere Smith neanche in un eventuale terzo capitolo, in quanto il sito ufficiale del film riporta il personaggio di Hiller come deceduto durante alcuni esperimenti militari.

Il nuovo cast

Ad affiancare i vecchi personaggi vi saranno numerosi nuovi volti, da Liam Hemsworth (The Hunger Games) nel ruolo di Jake Morrison, pilota al servizio della Earth Space Defence, a Jesse Usher nei panni di Dylan Dubrow-Hiller, figliastro del capitano Steven Hiller. Sela Ward (Once and Again) interpreterà invece il nuovo presidente Lanford, mentre Maika Monroe (It Follows) sarà la figlia dell’ex presidente Whitmore. La bravissima Charlotte Gainsbourg (Antichrist) vestirà i panni del Dr. Catherine Marceaux.

Il fumetto

Tanto è sicuramente successo nel mondo di Independence Day in questi ultimi venti anni, e nonostante il sito ufficiale abbia colmato alcuni di questi gap, molte parti della storia devono essere ancora raccontate. Un prequel a fumetti sarà rilasciato dalla Titan Comics proprio per darci una idea di cosa può essere successo in così tanto tempo. Il primo numero è previsto per il 2 marzo in America. Ancora nessuna informazione, invece, circa una eventuale release italiana.