Ventisette anni dopo l’iconico adattamento televisivo con Tim Curry, It torna a infestare gli incubi di Derry nel remake di Andy Muschietti tratto dall’omonimo romanzo di Stephen King.

Interpretato dagli emergenti Jaeden Lieberher, Jeremy Ray Taylor, Sophia Lillis, Finn Wolfhard, Chosen Jacobs, Jack Dylan Grazer, Wyatt Oleff e Bill Skarsgard, It racconta la terrificante storia di cinque adolescenti disposti a tutto per fermare i crimini di Pennywise, un crudele pagliaccio che ha il potere di materializzare i loro peggiori incubi.

Uniti da un legame indissolubile, i membri del club dei perdenti cercheranno di distruggere la minaccia che, da secoli, stermina i bambini di Derry. Riusciranno a sopravvivere o finiranno risucchiati nel tombino come il piccolo Georgie Denbrough?

It

Il club dei perdenti affronta It nel remake di Andy Muschietti

Stranger Stars

It risente dello straordinario successo di Stranger Things, la serie tv creata dai fratelli Duffer nel 2016. Un paradosso degno degli orrori di Derry perché il cult targato Netflix nasce come omaggio alla letteratura e alla cinematografia degli Ottanta: dagli adattamenti di Stephen King (qui il nostro speciale sull’autore dell’incubo) e I Goonies ai classici del genere Nightmare e Poltergeist.

Rimandato a lungo dalla Warner Bros, il remake di Muschietti segue la scia di un fenomeno nato dalle sue origini. Ritroviamo un cast di giovani, e straordinari, piccoli protagonisti (tra cui, nei panni di Richie Tozier, brilla proprio Finn Wolfhard di Stranger Things) e un terrificante Babau da sconfiggere. Un effetto déjà vu che, pur rovinando la sorpresa, non ne mina la straordinaria qualità artistica.

It conquista dal primo all’ultimo minuto grazie alla impeccabile performance dei suoi antieroi, un gruppo di perdenti che supera le prime turbe sentimentali lottando contro Pennywise. Un pagliaccio meravigliosamente interpretato da Bill Skarsgård che, con la sua performance folle e mai sopra le righe, celebra l’iconico e intramontabile Tim Curry.

It

Bill Skarsgård interpreta Pennywise nel remake di It

Un cult del genere

Ci sono film costruiti per conquistare il grande pubblico. Uno di questi è It, un horror creato per risollevare un genere ingiustamente sottovalutato dalla critica mondiale. Forte dello script di Chase Palmer, Cary Fukunaga e Gary Dauberman, Andy Muschietti, il regista del sopravvalutato La madre, confeziona il miglior horror possibile (ai giorni nostri) su Pennywise. Un cult che, inquadrato dalla sensazionale fotografia di Chung-Hoon Chung, omaggia il romanzo di Stephen King consacrandone il respiro horror e la malinconica nostalgia.

Dagli impacciati adolescenti di Stand by Me ai guizzi horror di Nightmare e l’ironia di Beetlejuice, It funziona dal primo all’ultimo dei centotrentacinque minuti di proiezione. Una perla che, esaltata da sequenze destinate a entrare nell’immaginario horror (in primis quando Pennywise emerge in tutta la sua follia distruttiva dalle diapositive del club dei perdenti) e da effetti speciali straordinari, eleva il cinema di genere. L’unico dubbio è la parziale difficoltà dei Babau degli anni Ottanta di terrorizzare lo spettatore contemporaneo, inclusi i vari Freddy Krueger, Michael Myers, Jason Voorhees e Pennywise. Una piccola involuzione che Muschietti supera a pieni voti confezionando un horror tanto spaventoso ed emozionante quanto nostalgico e meraviglioso.

It verrà distribuito dalla Warner Bros nei cinema italiani il 19 ottobre 2017.

Trailer – It

Bentornato Pennywise!
4.0Overall Score
Regia
Sceneggiatura
Cast
Colonna Sonora
Reader Rating 0 Votes