Da domani a Palermo ITALIAN DOC SCREENINGS 2013, quattro giorni di incontri, dibattiti, tavole rotonde e anteprime cinematografiche a cui prenderanno parte più di 85 broadcasters, provenienti da 24 diversi paesi nel mondo (dalla BBC, ad Arte, ad Al Jazeera a Sky Arte). La manifestazione è realizzata dall’Associazione nazionale Doc/it anche con il sostegno della Film Commission dell’Assessorato al Turismo della Regione Siciliana. Dal 23 al 26 ottobre 2013 avrà luogo a Palermo la IX edizione di Italian Doc Screenings, la manifestazione ideata e promossa dall’associazione Doc/it, per rafforzare la presenza del documentario italiano sul mercato internazionale; una occasione importante per fare il punto su una forma di cinema sempre più al centro dell’interesse del pubblico e della critica e sempre più intenta a sperimentare modi nuovi di raccontare il presente. “Saranno quattro giorni di incontri, dibattiti, tavole rotonde e anteprime cinematografiche a cui prenderanno parte più di 85 broadcasters, provenienti da 24 diversi paesi nel mondo, oltre a istituzioni, archivi cinematografici e distributori internazionali di cinema documentario” afferma Gioia Avvantaggiato, produttrice e distributrice europea, Direttore di Italian Doc Screenings.La presenza a Palermo delle più grandi televisioni nazionali europee, dalla BBC, ad ARTE, da France Télévisions alle televisioni americane e canadesi, da Al Jazeera ai network nazionali, da Mediaset a Sky Arte fanno di Italian Doc Screenings la maggiore occasione di mercato per il prodotto audiovisivo presente nel paese”.

 

Schermata 2013-10-22 alle 18.23.02Si parte mercoledì 23 ottobre con un fitto programma di iniziative in diversi luoghi della città: la Galleria d’Arte moderna, il Grand Hotel di Piazza Borsa, il Cinema De Seta e il Centro Sperimentale di Cinematografia ai Cantieri culturali alla Zisa. Tra le iniziative di maggiore interesse per gli operatori siciliani una masterclass dedicata alle tecniche e alle modalità di riscrittura dei progetti cinematografici per favorire il loro ingresso sul mercato internazionale. Una opportunità di formazione professionale avanzata offerta a un costo agevolato agli operatori siciliani grazie ad un intervento della Sicilia Film Commission della Regione Siciliana. Ma di grande interesse per gli operatori siciliani saranno anche due incontri pubblici il 24 e il 25 ottobre (dalle ore 18.30 alle 20.00, alle botteghe dei Cantieri Culturali alla Zisa) coordinati dal regista Giuseppe Schillaci. L’obiettivo programmatico è la fondazione, in collaborazione con Doc/it, di un network di documentaristi e operatori siciliani dell’audiovisivo che affronti collegialmente i temi della produzione e della distribuzione in Sicilia nonché della promozione dei prodotti siciliani in Italia e all’estero. Oltre alle iniziative dedicate agli addetti ai lavori iscritti alla manifestazione, Italian Doc Screenings propone anche iniziative aperte al pubblico di Palermo: tre anteprime nazionali di film documentari di grande qualità che saranno presentati al Cinema De Seta a ingresso libero.

Da non perdere mercoledì 23 ottobre, alle 20,30 al termine della prima giornata di lavori, la proiezione di “Giuliana Saladino. Come scrive una donna” un film documentario (Italia, 2013, HD, Colore/Bianco e Nero, durata 70’) che ripercorre attraverso la biografia e le opere della brillante scrittrice e giornalista d’inchiesta, la storia recente di Palermo e della Sicilia, tra gli anni ’40 e gli anni ’90. Autrice di inchieste originali sulla politica palermitana e siciliana, Giuliana Saladino scrisse sull’emigrazione, sulla condizione delle donne e sullo sviluppo economico distorto dell’isola, dalle colonne del quotidiano L’Ora, spiccando per anticonformismo e per la qualità del suo stile letterario. Prodotto dalla Playmaker e diretto da Andrea Zulini, Laura Schimmenti, Gianluca Donati e Marco Battaglia che presenzieranno all’anteprima, il film è stato realizzato nell’ambito del programma Sensi Contemporanei Cinema, in collaborazione con la Regione Siciliana Assessorato Turismo, Sport e Spettacolo. La proiezione in anteprima del film sarà introdotta al Cinema De Seta da Alessandro Rais, Francesco Giambrone, Roberto Alajmo e Gian Mauro Costa. Ancora un’anteprima in programma al termine della seconda giornata di lavori, giovedì 24 ottobre, sempre al Cinema De Seta, alle 20.30, sarà presentato The Act of Killing (documentario, Danimarca, Norvegia, Gran Bretagna, Svezia, Finlandia 2012, durata 158’) , l’opera prima del regista Joshua Oppenheimer, prodotto da Werner Herzog. Esempio estremo di cinema-verità, il film racconta, attraverso l’interpretazione degli stessi carnefici di allora, il massacro e la più atroce caccia al comunista che si scatenò nel 1965 all’indomani della deposizione del governo indonesiano. Conclude il programma, venerdì 25 ottobre, sempre al Cinema De Seta alle 20.30, l’ultima anteprima, offerta dall’Istituto Luce-Cinecittà, “Profezia. L’Africa di Pasolini” un film di Hamid Basguit, (documentario, Italia, Marocco 2013, durata 77’). Un Pasolini sorprendente che descrive profeticamente – trent’anni prima – l’esodo degli africani sui barconi e la loro “conquista” dell’Italia e che cerca in Africa la genuinità contadina e quella forza rivoluzionaria che invano aveva cercato nel suo Friuli.

Italian Doc Screenings è promosso dall’Associazione Doc/it,, in collaborazione con l’Italian Trade Agency e il Ministero dello Sviluppo Economico e con il supporto di Sensi Contemporanei – Cinema e audiovisivo, Regione Siciliana Assessorato Turismo, Sport e Spettacolo, Servizio FilmCommission, Istituto Luce, Sky, e in collaborazione con l’Assessorato Cultura del Comune di Palermo e il Centro Sperimentale di cinematografia, Sede Sicilia.