Era già stato annunciato lo scorso Aprile che Keanu Reeves sarebbe tornato prossimamente al cinema con la sua prima esperienza in qualità di regista con un film sulle arti marziali intitolato “L’uomo del Tai Chi” ( The Man of Tai Chi). Da allora Reeves ha parlato del suo progetto con il Village Roadshow Asia e China Film Group per cercare di far partire i lavori e, secondo l’accordo stipulato, accanto a queste case di produzione asiatiche ci saranno anche l’Universal e Wanda Media per distribuire e realizzare il film.

Tiger Chen, uno degli stunt man di Matrix, sarà il protagonista, nei panni di un giovane esperto di arti marziali che dovrà vedersela con molte scelte dolorose, ma anche grandi opportunità, mentre lo stesso Keanu Reeves reciterà nei panni del villain e quindi antagonista del giovane. L’inizio delle riprese per “L’uomo del Tai Chi” è stato fissato per il prossimo Febbraio in Cina, nella Pechino contemporanea e Reeves reciterà sia in inglese che in mandarino. Nelle sue dichiarazioni dello scorso Aprile, l’attore aveva dichiarato: “Ci sono 18 combattimenti, ovvero circa 40 minuti e io voglio farne un kung fu movie buono e solido. Una buona storia, una buona trama e del buon kung fu“. Ha poi sottolineato le difficoltà di realizzare questo film con una produzione internazionale, soprattutto perché questa sarà la sua prima esperienza come regista: “Vogliamo girare sia in cinese che in inglese per una specie di co-produzione con la CFG, che è un gruppo filmico cinese, una sorta di studio. Ma è un po’ complicato“.

Se tutto andrà secondo i piani, “L’uomo del Tai Chi” sarà il secondo film in uscita sulle arti marziali, preceduto da “The Man of the Iron Fist” scritto e diretto da RZA e interpretato da Russel Crowe.

 

(Foto: Collider.com)