Jon Snow is Here. Sono sufficienti poche parole per introdurre l’arrivo di Kit Harington alla quarantasettesima edizione del Giffoni Film Festival.

T-shirt nera, pantaloni grigi, l’affascinante divo inglese ha risposto alle domande dei fan sul successo di Game of Thrones: “Questa serie mi ha dato la possibilità di essere con voi oggi. Sarà difficile ripetere quello che ho fatto finora”. Effettivamente Kit Harington, trenta anni compiuti lo scorso dicembre, ne ha fatta di strada dall’esordio nello show della HBO. I dubbi sul futuro sono però dietro l’angolo anche per l’immortale Jon Snow: “Un attore ha costantemente dei dubbi. Penso di smettere di recitare tre volte l’anno. Ogni volta che non mollo divento più forte”.

Ma che cosa ha spinto Harington a interpretare il coraggioso Jon Snow? “Sono attratto dagli action. Amo i combattimenti, la fisicità dell’interpretazione perché non bisogna pensare ma agire. Penso inoltre che la vita, senza comicità, sia noiosa. Amo le commedie sciocche”, afferma Harington ammiccando ai fan in delirio.

Nella settima serie di Game of Thrones, in onda su Sky Atlantic Hd (dal 17 luglio in versione originale e dal 24 luglio in italiano), Snow continua la sua ascesa al potere: “A differenza di altri personaggi Jon non ha l’ambizione di scalare la gerarchia. Credo abbia già raggiunto il massimo. Non penso diventerà re”. Ma che cosa fa di Game of Thrones una delle serie più seguite e amate a livello mondiale? “Le persone amano Game of Thrones perché oltrepassa il limite. È importante rompere le barriere, assumersi il rischio! Può andare bene o male ma è fondamentale rischiare”.

kit harington

Kit Harington nei panni di Jon Snow, l’eroe di Game of Thrones che l’ha reso celebre in tutto il mondo

Parlando di sfide e ambizioni Kit Harington interpreterà La mia vita con John F. Donovan di Xavier Dolan accanto ai premi Oscar Kathy Bates e Natalie Portman: “È una grande occasione essere il protagonista di un film di questo calibro. Ero spaventato ma volevo lavorare con un regista in grado di sperimentare qualcosa di nuovo. Ho fatto del mio meglio per interpretare John nel miglior modo possibile”.

Il Giffoni Film Festival segna il ritorno di Kit Harington in terra partenopea dopo le riprese di un celebre spot a Napoli: “Non mi lascia delle emozioni positive girare delle campagne pubblicitarie ma fa parte del lavoro. Napoli è una città talmente viva che mi fa dimenticare di vendere l’anima al diavolo”.

Nonostante l’indiscutibile fisicità, la passione per la recitazione di Kit Harington nasce dal teatro inglese e dal cinema d’autore: “Quando ho visto Ben Whishaw interpretare Amleto ho deciso di fare l’attore. Adoro inoltre la performance di Leonardo DiCaprio in Romeo + Juliet e di Edward Norton in La 25ª ora. Per quanto riguarda il cinema italiano ammiro i film di  Matteo Garrone e Ladri di biciclette di Vittorio De Sica”.

Ma se non fosse un attore, chi sarebbe oggi Kit Harington? “Ho rinunciato alla scrittura per la recitazione. Volevo fare il giornalista!”.