Dopo i bombardamenti di Celentano nella serata inaugurale della sessantaduesima edizione del Festival di Sanremo, con le annesse polemiche che pullulano su giornali e telegiornali, finalmente sul palco dell’Ariston la musica si è affermata come protagonista. La seconda serata, infatti, si è svolta all’insegna della gara canora, quella degli Artisti e quella dei Giovani. Fatta eccezione per le incursioni de I Soliti Idioti, Francesco Mandelli e Fabrizio Biggio, e delle due oramai ex vallette sanremesi Elisabetta Canalis e Belen Rodriguez, quest’ultima con un vestito molto audace, sono stati gli artisti in gara i veri protagonisti della serata di ieri. Dopo aver riascoltato tutti e quattordici i brani in gara, visto che la doppia eliminazione della prima serata era saltata a causa di un guasto tecnico, la giuria demoscopica ha scelto le dieci canzoni meritevoli di concorrere per la finale. A dover abbandonare momentaneamente la gara le coppie BertèD’Alessio e CaroneDalla, Irene Fornaciari e i Marlene Kuntz, ma potrebbero rientrare in gioco sin da questa sera, visto che il regolamento prevede il ripescaggio di due artisti eliminati tramite il televoto.

Continueranno, invece, a sfidarsi a suon di musica Arisa, Nina Zilli, Samuele Bersani, Eugenio Finardi, i Matia Bazar, Emma, Dolcenera, Francesco Renga, Chiara Civello e Noemi, e i due artisti ripescati. Nella gara dei giovani, che hanno debuttato proprio ieri sera sul palco, soltanto quattro degli otto in competizione hanno avuto la possibilità di continuare il loro percorso all’Ariston. Quattro sfide dirette che hanno visto vincere Alessandro Casillo, il gruppo Iohosemprevoglia, Erica Mou e Marco Guazzone, ai danni di Giordana Angi, Celeste Gaia, i Bidiel e Giulia Anania. Altro debutto attesissimo quello di Ivana Mrazova che aveva dovuto rinunciare alla serata iniziale per un forte torcicollo. Molto bella, si propone in un balletto esile e leggero. D’altra parte, però, la grande rivelazione di questa edizione è Rocco Papaleo, attore e regista nell’inedito ruolo di co-conduttore, capace di dare un tono e un piglio più fresco e originale alla kermesse canora. Diverte e convince, è lui la scelta vincente di Morandi.

Ma a tenere banco, come in ogni Festival di Sanremo che si rispetti, sono gli ascolti. Se nella prima serata, grazie all’effetto Celentano, Morandi aveva conquistato una platea di 14.378.000 di spettatori nella prima parte, con uno share del 48% e di 8.430.000 di spettatori nella seconda parte, con uno share del 55%, la seconda serata ha visto un calo degli ascolti ottenendo nella prima parte 11.055.000 telespettatori con il 37,29% di share e nella seconda parte 6.024.000 con il 47,07% di share, segnando, rispetto allo scorso anno, un milione di telespettatori in meno nella prima parte e due milioni nella seconda parte. Per stasera si annuncia una grande serata con tutti i cantanti pronti a duettare con ospiti internazionali straordinari per reinterpretare canzoni storiche della musica italiana. Madrina eccezionale sarà la nuotatrice Federica Pellegrini.