Dopo numerosi film di successo, la strepitosa Laura Linney ha deciso di passare al piccolo schermo con un telefilm dall’incipit a dir poco avvincente: The Big C. Il telefilm si basa su una storia molto vicina alla realtà che vede come protagonista Cathy Jamison (Laura Linney), donna sposata e dalla vita piatta, alla riscoperta di se stessa dopo la rivelazione di essere una malata di cancro (“la grande C”) in fase terminale. La donna, circondata da una famiglia insopportabile e da vicini e amici opportunisti, decide di cominciare a vivere veramente, di essere finalmente se stessa, di dare la priorità per una volta alla parte impulsiva del suo essere, da sempre sopita dalle classiche formule comportamentali medioborghesi, fino ad arrivare all’interessante ossimoro di una vita che comincia proprio quando sta per finire.

La serie, apprezzata da pubblico e critica, oltre alla struggente e allo stesso tempo esilarante performance di Laura Linney, premiata per il suo ruolo da protagonista con un Golden Globe e un Satellite Award, annovera nel cast attori di altissimo livello come Oliver Platt (2012, Linea Mortale, Nip/Tuck), Phyllis Somerville (Sentieri, Il curioso caso di Benjamin Button) e John Benjamin Hickey (Flags of Our Fathers, Law & Order). Trasmessa in America attraverso il canale Showtime e rinnovata già per una seconda stagione, The Big C arriva anche in Italia su FoxLife ogni martedì alle 22.45 a partire dal 21 giugno. Caratterizzata da un misto di dramma e commedia (dramedy), The Big C si prepara ad entrare nel cuore dei telespettatori come uno di quei telefilm che divertono riuscendo allo stesso tempo a suscitare riflessioni profonde sul vero senso della vita.