Diverse celebrità hanno espresso su Twitter il loro disgusto per la recente scoperta di un video del 2013 che conferma lo stupro da parte di Marlon Brando sull’attrice Maria Schneider, all’epoca diciannovenne, nel film Ultimo tango a Parigi diretto da Bernardo Bertolucci. Nella scena ben nota, il personaggio di Brando avrebbe utilizzato un panetto di burro come lubrificante per simulare l’atto sessuale.

E’ stato, in un certo senso, orribile per Maria perché non le ho detto cosa stava succedendo” ha detto Bertolucci. Le confessioni sull’ incidente hanno provocato indignazione da molti dentro e fuori di Hollywood. Alcuni hanno chiesto di ritirare i premi del regista italiano, o di perseguitarlo per un reato commesso. “A tutte le persone che amano questo film – stavate guardando un uomo di 48 anni che violenta una ragazza di 19 anni. Il regista ha pianificato tutto questo. Mi sento male” ha twittato Jessica Chastain.

Evan Rachel Wood ha aggiunto: “Sono d’accordo, questo è straziante e scandaloso. Due di loro sono persone molto malate per aver pensato che fosse una cosa normale

Chris Evans ha scritto, “Wow. Non potrò mai vedere questo film, è più che disgustoso. Sento una rabbia” chiamando la risposta di Anna Kendrick. “La signora Schneider ha dichiarato questo diversi anni fa” facendo riferimento a un colloquio che la Schneider ha fatto con il Daily Mail prima di morire nel 2011.

Molti lettori on-line sono stati confusi dalla relazione della rivista Elle, che inizialmente ha trovato il video, per chiarire se il sesso tra Brando e Schneider fosse stato simulato o meno. “Mi sono sentita umiliata e ad essere onesta, mi sentivo un po’ violentata” ha detto la Schneider al giornale U.K.. “Dopo la scena, Marlon non mi ha chiesto nemmeno scusa. Per fortuna c’era solo una sola ripresa“.

La regista di Selma, Ava Duvernay, è una dei sostenitori più espliciti del settore per i diritti delle donne, e ha condannato l’incidente come “imperdonabile” sui social media. “Come regista riesco a malapena a capire questa cosa” ha scritto. “Come donna sono inorridita, disgustata e furiosa per quanto accaduto“.