Dopo una gavetta a dir poco infinita in numerosi film e serie televisive, Loretta Devine è riuscita a raggiungere l’apice del successo di pubblico e critica grazie alla divertente e ironica performance nel medical drama Grey’s Anatomy, serie cult che la vede coprotagonista di successo dal 2 ottobre 2005 (data di trasmissione di Enough is Enough, secondo episodio della seconda stagione) nei panni di Adele Webber, la moglie del Capo Richard Webber (James Pickens Jr.). Loretta Devine, nominata agli Emmy per il suo ruolo in Grey’s Anatomy, si è detta impaziente di tornare sul set della ottava e imminente stagione in modo da poter sviluppare al meglio il suo personaggio, causa principale di numerosi e forti cambiamenti nel Seattle Grace. Adele Webber infatti (SPOILER), dopo numerosi incidenti domestici e dopo una accurato esame clinico, si è rivelata essere una probabile malata di Alzheimer, motivazione per cui Meredith (Ellen Pompeo) ha messo a rischio la carriera di medico nonché la brillante sperimentazione di Derek (Patrick Dempsey).

Loretta Devine, intervistata da TVGuide, ha cercato di dare un quadro generale delle emozioni provate dal suo personaggio Adele Webber, donna un tempo tradita dal marito e ora malata di un male che potrebbe farle dimenticare tutto e tutti: Molte volte Adele ha cercato di convincere Richard a lasciare il lavoro, ma questa volta non la soddisfa pienamente perché, nonostante tutto, a una donna fa piacere che il proprio uomo abbia una forte passione per qualcosa. Potrebbe non essere felice per lui fino a quando Richard non si sarà abituato alla sua nuova vita. Per ora spero solo che Adele riesca a ricordarsi di Richard. La Devine si è detta entusiasta dello script dell’autrice Shonda Rhimes, capace di ricollegare la situazione attuale di Adele Webber a quella un tempo subita da Ellis Grey (Kate Burton), madre di Meredith nonché amante di Richard Webber: Shonda ha pianificato ogni cosa e alla fine tutto si incastrerà in un modo incredibile. Anche la scena in cui Meredith si confronta con Adele che crede sia sua madre, è straordinaria, Meredith che dice –No, non sono mia madre-. Non resta che attendere il 22 settembre 2011, data di avvio della ottava stagione di Grey’s Anatomy, per vedere come verrà sviluppata la storyline di Adele Webber, una donna forte che cercherà di opporsi in tutti i modi alla malattia probabilmente negandola fino alla fine: Mi emoziona interpretare una donna forte come Adele che viene fermata dalla malattia – conclude Loretta Devine sicuramente negherà la sua malattia fino alla fine perché questo è quello che fanno le persone malate.