Nei 14 anni che sono passati dall’uscita nelle sale del film Love Actually, la maggior parte dei fan non hanno mai dimenticato l’inguaribile innamorato Mark (Andrew Lincoln), infatuato della moglie (Keira Knightley) del suo migliore amico (Chiwetel Ejiofor). In una delle scene del film che ha affollato spesso i social con varie versioni parodia, Mark dichiara il suo amore non corrisposto con dei cartoni scritti in mano.

In un sondaggio online EW lo scorso anno, il 66 % del pubblico ha detto che Mark era una semplice persona innamorata e non uno stalker. Questo non è il modo in cui anche Lincoln si vedeva. “In uno dei film più romantici di tutti i tempi, ho avuto modo di interpretare l’unico ragazzo che non ha la ragazza” dice ad EW per il nuovo Love Actually annunciato pochi giorni fa. “La storia parla di tutte le diverse qualità di amore. Il mio era quello non corrisposto, quindi ho avuto modo di essere questo tizio un po’ strano simile ad uno stalker“.

Lincoln continua: “La mia grande scena sulla soglia è stata molto facile. Ho dovuto tenere le carte in mano ed essere innamorato di Keira Knightley. Ma io continuavo a dire a Richard [Curtis, sceneggiatore e regista del film]: ‘Sei sicuro che non apparirò come uno stalker raccapricciante’?” A quel tempo Curtis gli ha detto di non preoccuparsi. Guardando indietro, il regista oggi dice: “Retroattivamente sono consapevole che il ruolo di Andrew era in bilico. Ma credo perché Andrew era un cuore aperto e schietto, e sapevamo che l’avremmo fatta franca.”

La natura sensibile della parte potrebbe spiegare perché Lincoln era più volte stato assicurato per il ruolo nel film. “Non avevo la barba o le rughe all’epoca – e non ero il protagonista in una serie tv sugli zombie. Quindi sembravo un dolce innocente, non inquietante come sono ora“.

Fonte: EW