Si è tenuta questa mattina alla Casa del Cinema di Roma la conferenza stampa de La Coppia dei Campioni. Scritto e diretto da Giulio Base e interpretato da Massimo Boldi, Max Tortora, Massimo Ceccherini e Anna Maria Barbera, La coppia dei campioni vede due dipendenti della stessa multinazionale vincere un paio di biglietti per la finale della Champions League. Uno milanese e benestante (Massimo Boldi), l’altro romano e povero in canna (Max Tortora) non riescono proprio ad andare d’accordo. Eppure l’atterraggio di emergenza in Slovenia li costringe, tra mille peripezie, a unire le forze per arrivare in tempo alla partita. Potete trovare qui sotto le dichiarazioni del presidente di Notorious Pictures Guglielmo Marchetti, del regista Giulio Base e degli interpreti Massimo Boldi Max Tortora:

coppa-campioni-film

Come è nata l’idea di girare questo film?

Guglielmo Marchetti: Ci siamo incontrati a Cannes con Giulio Base. Il titolo ci ha subito convinto a entrare nella distribuzione del film.

Giulio Base: Sono molto felice che i produttori mi abbiano dato fiducia nel raccontare una storia che va al di là del lato comico. Ho messo in questo film tutto quello che amo di più, dal cinema al calcio.

Perché ha deciso di caratterizzare questa commedia come un road movie?


Giulio Base: Il road movie è sicuramente un espediente già utilizzato. La cosa che più mi interessava era raccontare la storia di questa coppia che dalla business class si ritrova a piedi. Il titolo era perfetto per anticipare l’epico viaggio dei due protagonisti.

Come è cambiato nel tempo il rapporto con i partner cinematografici?

Massimo Boldi: Da circa 40 anni faccio il film di Natale. Girare questo film è stato una sfida perché il mio obiettivo era trovare una commedia in grado di riportare il pubblico al cinema. È un’opera molto diversa da Fratelli d’Italia o Tifosi. Ho trovato un compagno straordinario. Quando si lavora in coppia ci vuole intesa. È molto complicato creare una coppia cinematografica perché può partire una sfida su chi tra i due sia più comico.

Come è stato lavorare con Massimo Boldi?

Max Tortora: Massimo ha 3000 registri. Mi ha stupito il suo passaggio dal lato comico alla commozione. È un sentimentale che lavora col cuore. Ho avuto la fortuna di improvvisare su una traccia ben definita. Dire un no significa non lavorare ma quando non c’è un terreno fertile non riesco a camminare. Non è questo il caso ovviamente.

Perché Massimo Ceccherini ha un ruolo così ridotto?

Massimo Boldi: Ceccherini è venuto sul set. Ha girato tre scene divertentissime. Ha interpretato il pappone, un personaggio scomodo che è riuscito a rendere simpatico e divertente.

Giulio Base: Non potevamo scrivere delle scene in più per lui. Ci siamo divertiti molto a girare quella sequenza. Se ci sarà un sequel tornerà sicuramente.

Quali sono state le principali difficoltà durante le riprese?

Massimo Boldi: Abbiamo sviluppato il film cercando di divertirci e di divertire il pubblico. Il problema è però che lo abbiamo girato in inverno fingendo che fosse primavera. Abbiamo sofferto il freddo ma siamo stati molto bene.

Perché il film dura solo 88 minuti?

Giulio Base: Sono un fanatico dei film brevi. Il mondo va veloce e difficilmente i ragazzi stanno seduti tanto tempo. Credo che in un’ora e mezza si possa raccontare tutto quello che si vuole.

La coppia dei campioni verrà distribuito da Notorious Pictures in tutti i cinema italiani il 28 aprile 2016.