Le stanze del desiderio” di Milo Manara sono in mostra a Siena al Complesso museale di Santa Maria della Scala fino all’8 gennaio 2012. Il percorso, curato da Claudio Curcio, inizia proprio da due stanze sensoriali: la prima è visiva, sui quattro muri della stanza viene proiettata la sua mano impegnata a disegnare le famose modelle. La seconda è uditiva, con postazioni sonore che trasmettono le parole del maestro. Al celebre fumettista italiano la città senese dedica la più completa antologia delle sue opere, una rassegna composta da circa trecento disegni tra tavole, pannelli, illustrazioni, installazioni e contributi video. Dopo le sale sensoriali si accede a quattro stanze sospese che rappresentano le tematiche fondamentali di Manara, da Giuseppe Bergman, all’amicizia con Hugo Pratt, all’ammirazione per il cinema di Fellini.

Una serie di illustrazioni per il cinema, la pubblicità e la stampa portano verso la stanza de “Il pittore e la modella” in cui il disegnatore veronese vuole ripercorrere il rapporto dei grandi artisti con le proprie muse ispiratrici. Manara ha voluto rendere omaggio alle loro storie attraverso una sua personale reinterpretazione visiva. Fino ad arrivare alla sala sconsigliata ad un pubblico facilmente impressionabile, “Eros e Thanatos”, con i disegni più scabrosi ed espliciti. Immancabili le sue due eroine: Claudia, protagonista de “Il gioco” e Miele, star del grande successo “Il profumo dell’invisibile” e la storia breve di “Candid Camera”. Una parte dell’esposizione è dedicata alla serie dei “Borgia” e ammirando l’enormità di dettagli si può apprezzare anche la ricerca storiografica fatta dall’artista per l’opera sceneggiata poi da Alejandro Jodorowsky. Poi si prosegue con 46, il fumetto dedicato a Valentino Rossi, e X-Men ragazze in fuga, che vede il maestro per la prima volta alle prese con i supereori della Marvel ovviamente reinterpretati con il suo stile. Alla fine ci sono i “Progetti perduti” come il film su Barbarella non ancora realizzato. La mostra è un percorso onirico e sensoriale nella vita e nell’opera di Milo Manara, arricchito dai filmati delle sue interviste, per far comprendere allo spettatore la grande produzione di colui è considerato il più importante esponente dell’illustrazione erotica. “Milo Manara – Le stanze del desiderio” è un omaggio ad un lavoro che dura da quarant’anni, alla sua passione per il fumetto, e vuole essere un seguito alla mostra-evento tenutasi nel 2005 nella stessa sede e dedicata a Hugo Pratt.