Dal prossimo 22 settembre in America è previsto il debutto di Notorious, nuovo drama tutto al femminile che troverà in Piper Perabo la sua iconica protagonista. La biondissima e carismatica attrice, dopo il successo di Covert Affair, torna in grande stile in tv (e questa volta sulla ABC), per prendere parte ad una fra le nuove produzioni che animeranno la stagione 2016/17 dell’Alphabet Network. Il pilot di Notorious – che abbiamo visto per voi in super anteprima – per la rete che trasmette Grey’s Anatomy, segna il ritorno ad un racconto in bilico fra soap-opera e satira sociale, un mix che al giorno d’oggi sembra essere un coefficiente necessario per il funzionamento della serie stessa.

Certo Notorious non nasconde la sua convenzionalità e soprattutto non ha un futuro roseo di fronte a se – dato che per affermarsi nel mondo delle serie tv dovrà combattere con le unghie e con i denti- ma il primo episodio ha tutte le carte in regola per trasformare questo show televisivo in un intrigante e delizioso guilty pleasure.  

Scena dalla serie tv Notorious

Scena dalla serie tv Notorious

A caccia di scoop

Protagonista è Julia George (Piper Perabo, appunto), produttrice di uno fra i canali d’informazione giornalista più celebri e spregiudicati d’America. Sempre a caccia dell’ultimo scoop, la caparbia Julia, può contare sull’aiuto di Jake Gregorian (Daniel Sunjata). Lui è un brillante avvocato, oltre ad essere fascinoso ed ammiccante, e l’uomo quando intuisce che i suoi clienti (con annessi casi) potrebbero cadere sotto i riflettori, grazie alle tecniche di Julia, sfrutta i media a suo vantaggio. Tutto fila liscio fino a quando la morte di un ragazzino avvenuta in circostanza poco chiare, apre un pericoloso Vaso di Pandore che finirà per sconvolgere la vita e le relazioni pubbliche di Julia e Jake.

Shonda Rhimes insegna…

La ABC prova a vincere facile con Notorious, realizzando una serie convenzionale e che piacerà soprattutto al pubblico femminile; è decisamente patinata, ha una regia calma e pacata dai colori forti, i protagonisti sono belli da mozzare in fiato (come se fossero usciti da una rivista di moda), e inoltre è una serie dalle grandi pretese che osa ma non troppo e, soprattutto, Notorious ha dei richiami vividissimi con la poetica di Shonda Rhimes. Riesce a mixare audacemente le battute graffianti di Scandal, le situazioni al limite dell’assurdo di The Catch e How To Get Away With Murder e tutto il romanticismo più puro e semplice di Grey’s Anatomy. Non è una serie prodotta dalla Regina dei drama di oggi, eppure Notorious fin dalle prime battute, vuole a tutti costi trovare una sua dimensione per far breccia in quella fetta di pubblico che è in cerca di un prodotto convenzionale ma di grande impatto. Non è una serie che passerà agli annales e soprattutto non sarà una serie che macinerà molti consensi – alla luce di pilot sgargiante ma non vibrante come un pugno nello stomaco – ma convince comunque perché rappresenta nella sua interezza, la voglia di osare da parte dei network generalisti.

Piper Perabo nella serie tv Notorious

Piper Perabo nella serie tv Notorious

Funziona dunque per ritmo e perspicacia, piace l’alchimia che c’è fra i due protagonisti, convince il ritratto dell’universo giornalistico all’epoca dei social e dei click bait, è affascinante il ritratto della società di oggi, colpisce ancora per un’ottima release scenica e per la  prestanza fisica del cast. Come Piper Perabo che è sempre raggiante e divertente, Daniel Sunjata – in tv dopo Graceland – che interpreta un personaggio pieno di sfumature; spunta poi seppur fugacemente Marc Blucas, volto storico di Buffy, The Vampire Slayer e Ryan Guzman, nelle vesti uno stagista che vuole sgambettare nel mondo giornalistico. Promossa dunque con riserva la serie della ABC.  Il nuovo percorso del network – più procedurale e meno drama soapperizato – per ora convince per caratteristiche tecniche e di stile, ma per i contenuti si deve aspirare al meglio.

SPOT NOTORIOUS