C’è stato un periodo, non molto tempo fa, in cui non c’era nulla di più popolare nel mondo del cinema di Johnny Depp che indossava un cappello molto buffo. Il suo successo riguarda la famosa saga cinematografica Pirati dei Caraibi che ha portato altri tre film nel franchising. Alle due co-star Orlando Bloom e Keira Kinightly si sono aggiunti successivamente Ian McShane e Penelope Cruz.

Dopo che un’accoglienza molto fredda è stata riservata a Pirati dei Caraibi: Oltre i confini del Mare, ci chiedevamo se fosse stato possibile vedere ancora qualcosa di interessante riguardo le avventure di questi pirati. E la risposta sembra essere sì. Pirati dei Caraibi: La vendetta di Salazar è sulla buona strada, e un po’ prima del previsto. Ecco tutto quello che sappiamo sul nuovo film di Jack Sparrow & co.

Data di rilascio di Pirati dei Caraibi 5

Mentre inizialmente era previsto per l’estate 2015, ritardi di produzione hanno spinto il film verso l’estate 2017, ben 2 anni dopo. Così era stata ufficializzata la data del 7 luglio 2017 in linea con i primi due capitoli della saga. Tuttavia, dopo la decisione di ritardare la distribuzione di Star Wars: Episodio VIII a dicembre, Pirati dei Caraibi è stato anticipato al 26 maggio 2017. Ciò darà l’opportunità a Guardiani della Galassia vol. 2 di brillare per un mese, prima che la Disney rilasci un’altra importante pellicola. In Italia l’uscita è segnata per il 25 Maggio 2017.

Qual’è la prima valutazione di Pirati dei Caraibi 5?

Mentre ancora nessuna valutazione è stata data a Pirati dei Caraibi 5, i film precedenti sono stati bollati come PG-13 (film vietati ai minori di 13 anni non accompagnati), e siamo abbastanza sicuri che lo stesso avverrà per l’ultimo film. Dopo tutto questo è uno dei film più popolari della Disney, e questa valutazione gli permetterà di concorrere con tutti gli altri film PG-13 in programma per l’estate 2017 (e sono moltissimi).

Cosa c’è in Pirati dei Caraibi 5?

Tra le notizie ufficialmente rilasciate e quel poco che abbiamo visto dal trailer, sembra che ci siano due trame diverse che si intrecciano per costruire la storia di Pirati dei Caraibi 5. Il capitano Salazar è appena fuggito dal “Triangolo del Diavolo” ed è a caccia di un certo Capitan Jack Sparrow. Come abbiamo visto nel trailer, Salazar invita un giovane ad andare alla ricerca di Sparrow per informarlo che la sua morte è imminente. Il giovane in questione è in realtà Henry Turner, il figlio ormai cresciuto di Elizabeth e Will Turner, interpretati rispettivamente da Keira Knightley e Orlando Bloom nei primi tre film. Henry è alla ricerca di suo padre che si suppone, abbia vissuto per tutto questo tempo come Davi Jones. Jack Sparrow, da parte sua, è alla ricerca del Tridente di Poseidone da utilizzare come arma per respingere Salazar, e nel suo viaggio verrà accompagnato da una donna di nome Carina Smyth, che è anche lei alla ricerca del Tridente. Insieme andranno alla ricerca del manufatto che darà al suo proprietario il potere di controllare i mari.

Qual’è l’importanza delle stelle?

Durante l’era dei pirati orientarsi in mare attraverso le costellazioni era una cosa normalissima. Tuttavia le stelle sembrano avere una particolare importanza per Pirati dei Caraibi: La Vendetta di Salazar. Nel trailer del film vediamo una particolare costellazione seguita dalla stessa costellazione che appare sul logo del film, raffigurante un teschio con le ossa incrociate. La costellazione sembrerebbe fare un riferimento al Tridente di Poseidone, e sembra essere il grosso “MacGuffin” (elemento che dà dinamicità al film) del film, anche se ancora non si sa esattamente che ruolo avranno le stelle nella storia.

pirati 5

Henry Turner

Capitan Jack Sparrow

Sicuramente non si potrebbe chiamare Pirati dei Caraibi se non ci fosse l’iconico Jack Sparrow. Keith Richards ha ispirato l’immagine del bucaniere Sparrow ed è stato l’elemento che ha spinto il franchising, anche se la trilogia originale del film non lo riguardava da vicino. Pirati dei Caraibi 4 lo promuove ad un ruolo da protagonista, anche se a noi il nostro Jack Sparrow piace a piccole dosi. Sulla base del fatto che nel primo trailer si fa riferimento a Sparrow ma non appare, sembrerebbe ritornare ad un ruolo di co-protagonista. E potrebbe essere la scelta migliore.

Henry Turner

Brenton Thwaites, recentemente visto in Gods of Egypt, interpreta la parte del personaggio conosciuto ufficialmente solo come Henry, ma Thwaites ha recentemente confermato che il ruolo è proprio quello di Henry Turner, il figlio di Will ed Elizabeth di cui si viene a conoscenza alla fine di Ai Confini del Mondo e che si vede come un ragazzino nelle scene dopo i titoli di coda. Henry è in missione per trovare suo padre che, a causa di una maledizione, è intrappolato nella nave “Olandese Volante” ed è conosciuto come Davy Jones, il traghettatore di anime. Il trailer del nuovo film mostra Henry a bordo di una nave piena di soldati coloniali dei Caraibi, prima che l’equipaggio spettrale del Capitano Salazar li trascina giù. Vediamo Henry apparentemente imprigionato a bordo della nave. A questo punto non abbiamo idea di cosa lo abbia messo in questa situazione, anche se Henry fa apparentemente parte della Royal Navy e così sembra che hanno dovuto sbatterlo in cella per qualche motivo.

Capitan Salazar

Javier Bardem si unisce al franchising Pirati dei Caraibi come il malvagio capitan Salazar. Sappiamo che il capitano e la ciurma inizieranno a seminare il caos dopo la fuga dal Triangolo del Diavolo. Poiché sappiamo anche che Salazar ce l’ha a morte con Jach Sparrow, e apparentemente anche con tutti gli altri pirati, possiamo solo supporre che Jack innanzitutto li ha fatti intrappolare. Anche se naturalmente rimane tutto da vedere.

Salazar

Salazar

Carina Smyth

Kaya Scodelario interpreterà la protagonista femminile in Pirati dei Caraibi: La Vendetta di Salazar. Sappiamo che lei è un astronomo che si batte per entrare all’università e, naturalmente, essendo il 1700 le donne non sono ammesse. In qualche modo ciò la induce alla ricerca del Tridente di Poseidone, e possiamo supporre che il suo scopo è quello di trovarlo e guadagnarsi il posto nell’accademia. Ha anche un diario pieno di indizi che la condurranno, insieme a Jack, al ritrovamento del fatidico Tridente. Questo fa sembrare la storia simile a quella di Indiana Jones e l’ultima Crociata, e non è poi così male.

Will Turner/ Davi Jones

Mentre Jack Sparrow e Barbarossa sono stati gli unici personaggi sopravvissuti nel quarto capitolo del franchising, Orlando Bloom questa volta è salito a bordo per il ritorno del personaggio di Will Turner/Davi Jones. L’ultima volta che abbiamo visto Will Turner era quasi morto,ma è stato salvato dalla maledizione di Davi Jones. Orlando Bloom è stato confermato per il nuovo film, ma non si sa ancora che importanza avrà nello sviluppo della trama. Potremmo ritrovarlo all’inizio del film, oppure come per Luke Skywalker solo alla fine. Noi sappiamo abbastanza su di lui e sulla sua vita, e risparmiarlo per il finale non sarebbe una cattiva idea.

I Pirati Fantasma

Il capitano Salazar sta conducendo un vero e proprio esercito di pirati fantasma. Nel trailer sono capaci di attraversare gli oggetti solidi, cosa che neppure l’equipaggio dei non morti del capitano Barbarossa non poteva fare. Non sappiamo se fossero già dei fantasmi prima di avere visitato il Triangolo del Diavolo,oppure se hanno subito una trasformazione successivamente. Tuttavia sembrerebbe che siano quasi impossibili da sconfiggere, se non si possono neanche incrociare le loro spade. È chiaro che il nuovo film sta utilizzando qualche particolare presente nella prima pellicola, considerata quella di maggior successo. Gli scheletri vengono semplicemente sostituiti da fantasmi.

La Perla Nera

L’ultima volta che abbiamo visto la famosa nave di Jack Sparrow era stata magicamente ridotta di dimensioni e introdotta all’interno di una bottiglia. Pirati dei Caraibi: Oltre i Confini del mare si era concluso con Jack che cercava di far ritornare la sua nave alle dimensioni normali. Avrà trovato alla fine un modo per riuscirci? Questo non lo sappiamo, ma secondo la sinossi del film Jack si trova al timone di una nave chiamata Dying Gull (Gabbiano Morente) che non sembra essere granchè come nave. Da ciò sembrerebbe che Jack non ha mai trovato un modo per riportare indietro la sua fedele nave,o eventualmente l’ha ripersa.

Ritorno di altri personaggi

Anche se non sappiamo esattamente come alcuni personaggi ricorrenti potranno essere compresi nella storia, sappiamo che in un modo o nell’altro ci saranno. Geoffrey Rush ritornerà di nuovo come il pirata Barbarossa. Questo personaggio è stato sia amico che nemico di Jack Sparrow, quindi è un mistero il modo in cui verrà introdotto in questo film. L’ultima volta che lo abbiamo visto era ritornato nel mondo della pirateria, dopo una breve parentesi al servizio della Corona, quindi probabilmente è così che lo rivedremo.

Joshamee Gibbs è stato visto l’ultima volta in compagnia dell’amico Jack Sparrow, e sappiamo che l’attore che lo interpreta, Kevin McNally, sarà nuovamente presente in Pirati dei Caraibi. Ci aspettiamo di vederlo sempre in compagnia di Jack.

Uno dei personaggio più interessanti che possiamo rivedere è sicuramente il pirata Scrum, interpretato da Stephen Graham. La cosa interessante è che proprio Scrum potrebbe essere l’unico personaggio introdotto in Pirati dei Caraibi: Ai Confini del Mondo ad apparire anche nell’ultima pellicola. Per quanto ne sappiamo,nient’altro di quel film lo rivedremo nell’ultimo.

pirati4

Orlando Bloom è Will Turner

Paul McCartney

A questo punto è una storia ben nota che Keith Richards sia stato di fondamentale importanza per arrivare alla definitiva fisionomia del personaggio Jack Sparrow. Anche se non sappiamo con certezza se ritornerà nell’ultimo film,sappiamo che apparirà un’altra stella del periodo d’oro del Rock n’ Roll, ovvero Paul McCartney. Magari farà solo un cameo e sicuramente non sarà un personaggio principale, ma ciò non significa che non avrà un ruolo importante per lo sviluppo della trama del film.

I Registi

Pirati dei Caraibi: La Vendetta di Salazar segna il debutto ad Hollywood di due giovani registi,ovvero Joachim Roenning e Espen Sandberg. La coppia ha già diretto un paio di episodi della serie Netflix Marco Polo, nonché diversi film nella loro Norvegia. Hanno fatto il loro debutto con il film Banditas insieme a Penelope Cruz e Salma Hayek, ma sono rimasti maggiormente impressi per la pellicola del 2012 Kon-Tiki. Quest’ultima pellicola si è candidata agli Oscar come miglior film straniero e, come lo stesso film, è stata un’avventura in alto mare. Si vocifera che si sono fatti notare proprio grazie a questa film,guadagnandosi la fiducia per la produzione dell’ultimo film Pirati dei Caraibi.