Oggi, 18 Novembre, è stata ufficialmente annunciata la riapertura della Galleria d’Arte Moderna di Roma Capitale che occupa uno spazio di circa 600 mq su via Francesco Crispi 24. In occasione di tale evento, dal 19 novembre 2011 al 15 Aprile 2012, la galleria ospiterà la mostra “Luoghi, figure, nature morte. Opere della Galleria d’Arte Moderna di Roma Capitale“, presentata stamani dal Sovrintendente ai Beni Culturali di Roma Capitale Umberto Broccoli e dall’Assessore alle Politiche Culturali e Centro Storico di Roma Capitale Dino Gasperini. 

Questo luogo in via Francesco Crispi , edificio risalente al XVIII secolo e antico monastero delle Carmelitane Scalze, ha avuta un’esistenza travagliata, costellata di continue aperture e chiusure sempre provvisorie. Molte sono state le idee negli anni su come poter utilizzare questo spazio molto bello, piacevole e soprattutto in una posizione così centrale all’interno della città e oggi finalmente esso diventa un adeguato spazio espositivo degno dei musei moderni più belli di Roma e del mondo. Gasperini e Broccoli hanno dichiarato con soddisfazione di essere riusciti a riportare alla luce questo luogo che, seppur fatto di spazi numerosi ma stretti , “in molti ci hanno lavorato per renderli aperti mentalmente”. Infatti questa mostra inaugurale che colpisce per la scelta di opere molto belle, tra sculture e quadri, è stata curata da Maria Elisa Tittoni, Maria Catalano, Federica Pirani e Cinzia Virno e si presenta su tre piani pieni e diversi.

Il primo piano è dedicato al tema della figura con opere di Nino Costa, Mario Mafai, Giuseppe Capogrossi, Giorgio De Chirico e Fausto Pirandello che rappresentano per lo più persone nel quotidiano. Al secondo piano invece un intero corridoio è occupato dall’artista Hiremy Hirschi che porta sulla tela delle presenze inquietanti e quasi soprannaturali per rappresentare il male della peste sulla popolazione con “Sic transit…” del 1912 e altre opere interessanti ed inquietanti allo stesso tempo. Mentre l’altra parte ospita opere che regalano diversi aspetti della città di Roma, visti con gli occhi dei pittori ottocenteschi, della Scuola Romana e quelli anche classici del Novecento. Infine il terzo e ultimo piano della mostra è dedicata in parte all’oggetto con una selezione di opere dedicate soprattutto alle nature morte con Casorati, Gino Severini e tanti altri artisti e in parte ad un focus dedicato a Giacomo Balla con l’esposizione di alcune sue opere molto interessanti.

Questa mostra che inaugura l’apertura della Galleria d’Arte Moderna di Roma Capitale è quindi concentrata sull’arte del periodo storico fine 800 e primi del 900 con 140 opere suddivise nelle tre sezioni: oggetto, figura e vedute e visioni di Roma, accanto anche a sculture molto belle di Arturo Martini, Manzù e altri artisti. La Galleria, da domani 19 Novembre sarà aperta al pubblico fino al 15 aprile 2012 con questa mostra “Luoghi, figure e nature morte“, dal martedì alla domenica dalle 10 alle 18. Per qualsiasi informazione potete consultare il sito www.galleriaartemodernaroma.it o www.zetema.it.

 

[flagallery gid=11 name=”Gallery”]