Qualche giorno fa, come prevedibile, il web è esploso per la pubblicazione del nuovo trailer del prossimo attesissimo capitolo di Star Wars: Rogue One, diretto dal giovane Gareth Edwards, ovvero la mente dietro al recente Godzilla e al film indipendente Monsters. Il trailer sembra aver fatto un’ottima impressione praticamente a tutti gli appassionati, riuscendo in parte a placare anche i dubbi dei più scettici. Vediamo quindi quali sono i momenti più importanti del trailer recentemente diffuso, e quali informazioni abbiamo appreso che prima non conoscevamo.

Darth Vader in Rogue One

Darth Vader è qui (più o meno)

Tantissimi fan non vedono l’ora di scoprire quanto Darth Vader sia effettivamente centrale nella storia del prossimo Rogue One. La risposta, dal trailer diffuso in rete, sembrerebbe essere “non molto”. Il signore dei Sith appare brevemente, ma non ci è dato ascoltare la sua voce. Alla fine dei conti, infatti, non viene mostrato nulla più che qualche secondo in compagnia di Orson Krennic (Ben Mendelsohn). Certo, la speranza è comunque l’ultima a morire.

Rogue One Space Battles

Battaglie spaziali

La data di uscita prevista per dicembre si avvicina sempre più, e lo studio di produzione per gli effetti speciali della ILM è nella fase conclusiva del suo lavoro, così da poter già mostrare in anteprima alcune delle sequenze realizzate. Il marketing di questo Rogue One è stato così tanto incentrato sulla sua parte “con i piedi per terra”, che vedere qualche frenetico combattimento spaziale ci ha reso sicuramente più felici.

Fallen Jedi

La caduta dei Jedi

Alcuni brevi momenti del trailer ci ricordano il contesto in cui si pone questo nuovo capitolo di Star Wars. I jedi, forza dominante nel passato, sono stati decimati. Darth Vader è infatti riuscito a sterminare un numero enorme di avversari, e quei pochi sopravvissuti hanno ben deciso di nascondersi per sfuggire a una morte certa. Recentemente il regista Gareth Edwards ha però nominato durante una conferenza il nuovo pianeta di Jeddah, dove la Forza e i suoi discepoli sono ancora venerati come un tempo. Che la statua mostrata nel trailer provenga proprio da lì ?

Young Jyn Erso

La giovane Jyn Erso e il padre Galen

I fan del bravissimo e misterioso Mads Mikkelsen possono dormire sonni tranquilli. Il suo personaggio sembra infatti avere un ruolo molto più importante di quanto si poteva inizialmente immaginare. La trama del film girerà quasi completamente attorno alla figura della giovane Jyn Erso, e il padre Galen sarà sicuramente un elemento fondamentale del suo passato. Non vediamo l’ora di vederlo all’azione.

Rogue One

K-2SO ruba la scena

Da sempre la saga di Star Wars è riuscita a trovare un ottimo equilibrio fra i momenti più seriosi e quelli più scanzonati, grazie soprattutto alla presenza di simpatici e amichevoli androidi. Probabilmente, quindi, anche questo apparentemente cupo e maturo Rogue One sarà in parte stemperato dalla presenza di un robot un po’ bizzarro: l’ingombrante K-2SO. Chissà quali sorprese ci riserverà al cinema il prossimo 14 dicembre.