Un biopic sul 26° presidente degli Stati Uniti Theodore Roosevelt ha riunito Martin Scorsese e “la sua musa” Leonardo DiCaprio, per la Paramount Pictures. Ora, secondo Deadline, il progetto è tornato in corsa sotto il titolo Roosevelt, e segnerà la sesta collaborazione tra la star di Hollywood e il regista italoamericano dopo Gangs of New York, The Aviator, The Departed, Shutter Island e The Wolf of Wall Street.

Quando il progetto era in via di sviluppo oltre un decennio fa si doveva basare sul libro del premio Pulitzer Edmund MorrisThe Rise of Theodore Roosevelt, con Nicholas Meyer come sceneggiatore. Mentre quel film avrebbe annunciato gli anni formativi di Roosevelt, dall’università di Harvard al politico di New York e capo del leggendario reggimento Cavalleria dei Rough Riders durante la guerra spagnola-americana. Quel film avrebbe seguito il suo cammino da Governatore di New York a Vice Presidente e, dopo l’assassinio di William McKinley, alla carica di Presidente.

Morris ha scritto una trilogia di biografie di Roosevelt, il secondo delle quali (Theodore Rex) racconta ai lettori tutta la sua presidenza dal 1901 al 1909. Il terzo libro, Il colonnello Roosevelt, conclude la sua storia attraverso un terzo tentativo fallito di essere eletto Presidente, e il suo pericoloso viaggio attraverso la giungla brasiliana e giù per il famigerato fiume del dubbio, e infine la sua morte nel 1919. Mentre il premio Oscar DiCaprio ha ora la stessa età di Roosevelt quando diventò presidente (42 anni), non si sa se il biopic sarà basato su una delle altre biografie di Morris o sarà incentrato sulla storia iniziale di “Rise of”.

Roosevelt sarà scritto da Scott Bloom, con DiCaprio e Jennifer Davisson che produrranno attraverso la loro Appian Way.