Dopo il successo del primo “Sherlock Holmes“, il prossimo 16 Dicembre arriva nelle sale italiane “Sherlock Holmes: Gioco di ombre“, diretto sempre da Guy Ritchie, che racconta la nuova avventura dell’investigatore inglese più originale e bizzarro d’Europa e del suo assistente e fedele amico Watson.

Questa volta i due se la devono vedere con il Professor Moriarty (Jared Harris), una mente acuta e brillante che si dedica al terrorismo e ad un movimento di ribellione contro i vari governi dei paesi europei, con lo scopo di far scoppiare una guerra atroce e decisiva. Si susseguono alcuni fatti in tutto il mondo, che celano una verità molto più grande e pericolosa: un magnate indiano dell’industria del cotone viene coinvolto in uno scandalo, uno spacciatore di oppio cinese muore apparentemente per overdose, mentre a Strasburgo e a Vienna vengono fatte esplodere delle bombe e muore un magnate dell’acciaio americano. Il detective Sherlock Holmes sente puzza di bruciato e riesce a ricondurre tutti questi avvenimenti ad un’unica persona, il Professor Moriarty, ma raccogliere prove contro di lui non è facile. Watson, appena sposato, torna a lavoro con Holmes dopo una serie di scomodi e pressanti equivoci che praticamente lo costringono a soccorrere l’amico e mentore.

Nei panni dell’eccentrico Sherlock Holmes troviamo sempre Robert Downey Jr., affiancato da Judd Law nei panni di Watson e dalla new entry Noomi Rapace che interpreta la zingara Simza Heron, mentre Rachel McAdams partecipa solo alla prima parte del film e Kelly Reilly come moglie di Watson acquista maggiore importanza all’interno della storia. Questo sequel è uno di quei pochi casi in cui il secondo film di una serie convince più del primo, poichè è costruito su una struttura narrativa brillante e dinamica, che non lascia nulla al caso e coinvolge pienamente lo spettatore in un vortice di action e humor, che si alternano con meticolosità e velocità. Il personaggio di Sherlock Holmes assume ancora di più una sua identità, originale e frizzante, che ricorda il Capitan Sparrow de I Pirati dei Caraibi, e le sue battute nonchè gli stratagemmi e i travestimenti ideati per combattere il cattivo, fanno ridere di cuore per il puro divertimento. Holmes sta a Watson, come Robert Downey Jr. sta a Judd Law, poichè si avverte un’alchimia ottima tra i due, che si compensano e costruiscono dialoghi convincenti e acuti, accompagnati da gag esilaranti ed eloquenti e dimostrano che al centro del film c’è proprio il loro particolare legame, una forte amicizia fatta di scontri e ripicche, ma anche di tanto rispetto e stima reciproca.

La forza di “Sherlock Holmes: Gioco di ombre” è il talento del cast e la capacità del regista Ritchie di creare una storia che unisca così bene l’azione pura e divertente con l’umorismo sottile e acuto dei personaggi principali, rendendo quindi attuale e innovativo un personaggio così classico come quello di Sherlock Holmes, ideato dallo scrittore Arthur Conan Doyle. Infatti, Guy Ritchie e i produttori Joel Silver, Lionel Wigram, Dan Lin e Susan Downey, moglie di Robert, non hanno mai nascosto la ferma convinzione di ispirarsi molto al classico romanzo inglese, aggiungendo poi in corso d’opera una personalizzazione creata un po’ dal piccolo contributo di ogni membro del processo creativo. E, in questo caso, ci sono riusciti pienamente, dando freschezza e attualità ad un periodo storico così passato e rigido. La regia fa respirare l’intero film, e Ritchie segue perfettamente il suo stile, che abbiamo già ammirato in film come “Snatch – Lo Strappo” e “Rocknrolla“, creando in particolare le scene dei diversi combattimenti di Holmes con i relativi avversari, attraverso rallentamenti e brusche accellerazioni delle immagini, oppure le incalzanti ricostruzioni del pensiero di Holmes che riesce a unire i particolari di una situazione per vedere come potrebbe andare il prossimo futuro.

Un film da vedere, in cui non esistono tempi morti o rifiniture sciatte e inutili, ma tutto è armonicamente dinamico e semplice da gustare. Dal 16 dicembre in tutti i cinema. Vi regaliamo intanto qualche clip.

Sherlock Holmes A Game of Shadows Oh How Ive Missed You Holmes Clip

Sherlock Holmes A Game of Shadows Not My Best Disguise Clip

Sherlock Holmes A Game of Shadows I TImed It Perfectly Clip

Sherlock Holmes A Game of Shadows Dont You Ride Clip

Sherlock Holmes A Game of Shadows Be Careful With The Face Boys Clip

GALLERY

TRAILER