Prima di diventare uno dei registi più importanti del cinema, Steven Spielberg, nella tarda adolescenza, aveva l’abitudine di intrufolarsi negli studi Universal con un pass scaduto da tre giorni per guardare alcuni spettacoli televisivi in programma. Questo pass di tre giorni è durato praticamente tre mesi, e Spielberg ha avuto modo di vedere tantissime produzioni importanti. E all’età di 16 anni, quando era un semplice ragazzino curioso che non doveva essere lì, è stato cacciato fuori dal set del maestro Alfred Hitchcock.

spie

Entertainment Weekly ha avuto la possibilità di visitare l’Universal con Steven Spielberg, al fine di parlare de Il GGG – Il Grande Gigante Gentile e il resto della sua leggendaria carriera, e il regista ha condiviso alcune storie sulle sue prime esperienze con gli studios che poi sono diventati la sua casa. La rivista gli ha chiesto se avesse mai visto eventuali registi famosi durante il suo tempo non ufficiale sul set quando era adolescente, e Spielberg ha risposto con gioia: “Hitchcock! Ma mi hanno buttato fuori molto rapidamente”. Spielberg aveva vagato sul set di Il Sipario Strappato e avrebbe visto Alfred Hitchcock mentre parlava con Julie Andrews. E spiega la sua espulsione nel modo seguente: “Ero sul palco de Il fantasma dell’ Opera e loro erano lontani. Ero appena entrato attraverso la parte posteriore del teatro e c’erano 500 comparse sui sedili. E arriva un tizio che mi dice: “Perché sei qui?” e io: “Sto solo guardando”, e lui: “questo è un set chiuso” e mi dice di andare via. Sarebbe curioso sapere se poi questa persona ha scoperto di aver cacciato Steven Spielberg da un set.

Tornando alle avventure del giovane Spielberg, il regista dice che il suo tempo passato furtivamente presso gli studios gli ha dato una lezione di master class di montaggio. Infatti ha imparato molto entrando in sala di montaggio e guardando il film editor a lavoro. Il prossimo progetto di Steven Spielberg è Player One, le cui riprese inizieranno il mese prossimo. Ha anche ottenuto Indiana Jones 5, ma ci vorrà qualche anno per vederlo in sala.

Fonte: CinemaBlend