The Idol, la libertà in una voce
3.6Overall Score
Regia
Sceneggiatura
Cast
Colonna Sonora
Reader Rating 0 Votes

Diventeremo famosi e cambieremo il mondo”. Con queste parole Noir convince il fratello Mohammed Assaf a perseguire il sogno di diventare un cantante. Nel frattempo l’assedio nel territorio di Gaza si intensifica ma Mohammed, Noir, Ahmad e Omar non si preoccupano del conflitto in atto ma pensano solo alla loro band. Col passare degli anni le cose si complicano. Diviso tra due lavori per pagarsi gli studi universitari, Mohammed scopre che esiste una possibilità che il suo sogno si avveri: Arab Idol, lo show più popolare del mondo arabo. I confini sono chiusi e non sembra esserci una via di uscita. Eppure la voglia di realizzare un sogno è più forte di ogni ostacolo. Mohammed parte così alla volta del Cairo per cambiare la sua vita, mantenere fede alla promessa di Noir e liberare con la musica un popolo senza voce.

C’è molto di The Millionaire in The Idol, il nuovo film di Hany Abu-Hassad. La sfida che un essere umano è disposto ad affrontare per realizzare un sogno è il tema portante dell’opera firmata dal candidato al Premio Oscar per Paradise Now e Omar. Ma se l’atmosfera e la storia sono simili al capolavoro che valse la statuetta per il miglior film e per la miglior regia a Danny Boyle nel 2009 non si può dire lo stesso delle sensazioni suscitate nello spettatore. Il coinvolgente film di Boyle aveva una sua identità mentre l’opera di Abu-Hassad si limita a raccontare in modo impersonale la straordinaria storia di Mohammed Assaf. Il problema di The Idol è la regia che, se regala nella prima parte un quadro coinvolgente e appassionante della infanzia del protagonista, nella seconda si perde in un riepilogo poco dinamico dei fatti accaduti al vero Assaf; una debolezza che non ci saremmo aspettati da quello che sarebbe dovuto essere il cuore del film, la partecipazione di Mohammed ad Arab Idol. Nonostante l’ottima fotografia di Ehab Assal e la struggente interpretazione di Tawfeek Barhom, The Idol non ricrea l’autenticità e le emozioni della storia di Assaf; l’opera di Abu-Hassad resta però un’imperdibile occasione per conoscere un lato inedito di Gaza dove, oltre ai conflitti, c’è il desiderio di tante persone di cambiare le cose.

The Idol verrà distribuito da Adler Entertainment in tutti i cinema italiani il 14 Aprile 2016.

TRAILER