Daryl Dixon è uno dei personaggi più coraggiosi di The Walking Dead. Entro la fine della sesta stagione, sembrava che le uniche cose di cui avesse costantemente paura fossero una doccia calda e un taglio di capelli. L’attore Norman Reedus non ha paura di questo, ma i cavalli sembrano essere la sua principale nemesi, e la prospettiva di cavalcarne uno in The Walking Dead non lo fa impazzire. Ha dovuto affrontarli spesso su vari set, e non vorrebbe farlo di nuovo perché preferisce i cavalli con il motore come le moto che sono la sua grande passione.

“Sono sicuro che i cavalli possono sentire l’odore della mia paura. Ho fatto questo film con Robert Redford The Conspirator dove mi avrebbe dovuto tirare su un cavallo ed urlare. Sembrava che sapevo quello che stavo facendo, ma due secondi dopo il cavallo ha iniziato a trottare all’ indietro per mettersi in fila con gli altri cavalli. E ho potuto sentire Redford urlare “qualcuno gestisca il cavallo di Norman!” E mi sono detto: “Oddio, sarò licenziato”. Quando ho letto la sceneggiatura di The Walking Dead ho pensato la stessa cosa: “beh, è come la moto?“.

Norman Reedus ha rivelato la storia del suo trauma a Conan O’Brien, ed è difficile non simpatizzare con lui. L’idea di aver rifiutato un film con Robert Redford a causa di una scena in sella ad un cavallo avrebbe dovuto farlo sentire sciocco. Nel giro di soli tre anni si è trovato ad avere a che fare con i cavalli sul set: nei panni di Murphy MacManus in Boondock Saints 2 nel 2009, come Lewis Payne in The Conspirator nel 2010, e come Daryl Dixon nella stagione 2 di The Walking Dead nel 2011. Boondock Saints 2 e The Conspirator almeno lo hanno fatto interagire con i cavalli in un ambiente abbastanza controllato per il suo personaggio, mentre The Walking Dead ha gettato Daryl con un animale in un burrone per una caduta che è finita con lui infilzato da una delle sue frecce che lo ha quasi ucciso.

La moto è diventata un aspetto iconico del suo personaggio nel corso degli anni ed è strano immaginarlo a cavallo regolarmente.

Fonte:CinemaBlend