Nonostante le dichiarazioni rilasciate in conferenza stampa lo scorso Ottobre, che lasciavano intravedere concrete speranze in merito alla corsa verso l’Oscar di This Must Be the Place, pare che la Weinstein Company, non distribuirà più il film entro Dicembre. Il motivo di questa marcia indietro non è dovuto a nessuna polemica, semplicemente, come è stato chiarito da un rappresentante di Indigo Film, l’accordo con Wenstein è stato concluso troppo tardi e Harvey ha scelto di rimandare la candidatura all’anno prossimo, in quanto la preparazione delle sue campagne molto accurate richiede tempo.

Quindi niente paura per Sorrentino, che con questo film ha fatto incassare al botteghino italiano sei milioni di euro, portando al cinema più di un milione di spettatori, la sua corsa è rimandata solo di un anno, affinché il suo film con Sean Penn protagonista, a cui Weinstein è particolarmente legato, abbia le sue chance per vincere. La scelta della Weinstein Company è stata determinata anche dalla scelta di portare agli Oscar due film a cui lavora da tempo: My Week with Marilyn di Simon Curtis e The Artist di Michel Hazanavicius (nelle sale italiane dal 9 Dicembre).

Il Cheyenne di Sorrentino avrà quindi il suo spazio nel 2013 e il film non sarà vecchio per l’America, in quanto uscirà a partire dal 2012.