Dieci anni fa Tobey Maguire è stato una star di serie A con un film premio Oscar e un franchise di un supereroe da record. Però oggi non si sente più parlare di lui. Oltre alla 25° Ora (Il romanzo di David Benioff fu letto dall’attore Tobey Maguire, che avrebbe voluto interpretare Monty. Acquistati i diritti del romanzo Benioff iniziò a scrivere la sceneggiatura e in seguito Maguire fu scelto per il ruolo di Peter Parker e rinunciò al progetto)  e Seabiscuit se diamo un’occhiata a quello che Maguire ha fatto recentemente di cui non c’è praticamente niente da dire.

Spider-man 3 ha rovinato tutto
Il franchise di Spider-Man ha reso Tobey Maguire una superstar. Spider-Man 3 è arrivato nelle sale nel 2007 quando Maguire era sulla cresta dell’onda dopo i film precedenti del franchise, che avevano fatto impazzire critica e box office; Spider-Man 2 è considerato uno dei più grandi film di supereroi di tutti i tempi. Spider-Man 3, non è riuscito però a seguire le sue orme e fare un film migliore sembrava quasi impossibile. Anche il regista Sam Raimi ha ammesso le lacune di Spider-Man 3 in un’intervista del 2014 a Nerdist. “Ho sbagliato molte cose nel terzo Spider-Man, e la gente mi odierà per anni. Mi odiano ancora per questo” ha detto. “E’ un film che non ha funzionato molto bene”.

Spider-Man 4 è stato annullato
Dopo Spider-Man 3, Raimi e la sua squadra avevano lo scopo di correggere tutti gli errori dell’ultimo film facendo un quarto film di Spider-Man. Purtroppo la Sony ha scartato il progetto. Presumibilmente. Raimi non ha potuto ottenere uno script secondo la timeline e così la Sony avrebbe invece appoggiato un reboot del franchise, che inevitabilmente ha portato a The Amazing Spider-man nel 2012 con Andrew Garfield. Allora la decisione ha avuto un senso. Erano passati tre lunghi anni da quando Spider-Man 3 era al cinema. Raimi ha detto a Vulture: “Sono stato molto infelice con Spider-Man 3, e volevo fare Spider-Man 4 per terminare il franchise con un nota positiva. Ma non ho potuto ottenere lo script nei termini di tempo previsti a causa dei miei fallimenti, e ho detto alla Sony: ‘non voglio fare un film meno grande degli altri, quindi penso che non dovremmo farlo. Andate avanti con il reboot che avete intenzione di fare comunque’“.

Il suo fascino giovanile ha smesso di funzionare
Tobey Maguire ha uno sguardo giovane e una voce ancora dolce, e queste sue caratteristiche hanno funzionato bene quando è diventato una star in film come Le regole della casa del sidro e il suddetto franchise di Spider-Man. Ma crescendo Maguire ha perso un po’ il suo fascino fanciullesco, rendendo difficile per il pubblico connettersi con lui quando ha cominciato ad assumere ruoli più maturi. Basta guardare al più recente remake di Baz Luhrmann de Il Grande Gatsby del 2013. Sembrava che stesse interpretando una versione leggermente più vecchia del suo personaggio da Le regole della casa del sidro.

E’ stato occupato a produrre film 
Forse l’attore ha solo voglia di fare qualcosa di diverso. Qualunque sia la ragione, Maguire ha trascorso infatti una buona parte degli ultimi anni dietro la telecamera, per produrre film con la sua società di produzione,Material Pictures. La carriera di Maguire come produttore non è stata tuttavia esattamente importante. In due casi specifici Maguire è stato collegato a progetti di alto profilo, che stranamente non si sono mai concretizzati: un adattamento di Tokyo Suckerpunch, che presumibilmente coinvolgeva Anne Hathaway e il regista di Seabiscuit Gary Ross; e l’ adattamento del fumetto Afterburn, che ha suscitato l’interesse di Gerard Butler e, ad un certo punto, del regista Antoine Fuqua. I film co-prodotti da Maguire che in realtà sono stati fatti per lo schermo non sono andati bene. Tra i peggiori: Rock of Ages, Pawn Sacrifice, e il recente thriller La Quinta Onda.

La sua propensione per il gioco ha attirato cattiva stampa
La propensione di Maguire per il gioco d’azzardo è una leggenda di Hollywood. Nel 2011 il suo nome è stato collegato ad un club di poker illegale che presumibilmente aveva coinvolto anche Matt Damon, Ben Affleck e DiCaprio. Maguire è stato successivamente denunciato per il suo coinvolgimento dopo che è stato scoperto che il capobanda Bradley Ruderman aveva usato il denaro del suo investitore nei loro giochi di poker. Maguire si stabilì nel 2012 per evitare contenziosi, secondo Celebuzz. Due anni dopo l’insediamento di Maguire, una donna di nome Molly Bloom, che ha organizzato molti dei giochi di poker di alto profilo, ha scritto un libro di memorie graffiante chiamato Game of Molly, indicando alcuni dettagli del presunto cattivo comportamento di Maguire. “[Maguire] è stato la peggiore mancia, il miglior giocatore, e il peggiore perdente in assoluto” ha scritto la Bloom.

E’ un padre ora
Detto tutto ciò, si deve ricordare che non siamo più nel 2001. In altre parole Maguire ora ha 40 anni, è sposato e ha due figli. C’è una possibilità che abbia deciso di allontanarsi un po’ da Hollywood per rilassarsi un po’ ed essere un uomo di famiglia con i soldi che ha guadagnato in tutta la sua carriera. Certamente qualcosa da parte ce l’ha una celebrità che ha trascorso circa sei anni sulla vetta per uno dei più grandi franchise di film in tutto il mondo. Questo può anche spiegare la sua decisione di fare il protagonista nella miniserie TV The Spoils of Babylon, che è diventato un successo inaspettato nel 2014. Egli semplicemente non ha bisogno di preoccuparsi più di tanto.

Fonte: Looper