Voyage of Time: Life’s Journey è l’affascinante documentario di Terrence Malick presentato in concorso alla 73° edizione della Mostra del Cinema di Venezia. Un progetto ambizioso, prodotto da Brad Pitt e narrato dal premio Oscar Cate Blanchett, che accompagna lo spettatore nella lenta evoluzione del pianeta Terra, dal Big Bang fino alla nascita dell’uomo.

voyage-of-time-3

Un documentario d’autore

Il documentario può essere considerato un’opera cinematografica? Film come Sacro Gra e TIR hanno sollevato non poche polemiche vincendo i Festival di Venezia e di Roma. Il problema era la differenza tra un estratto di realtà e una pellicola vera e propria, considerata da gran parte della critica l’unica forma artistica in grado di concorrere a una kermesse internazionale. Voyage of Time: Life’s Journey ha un valore aggiunto, la firma di Terrence Malick che, a differenza di Gianfranco Rosi e Alberto Fasulo, regala un’estensione dell’indimenticabile The Tree of Life. Tornano la spettacolarità di immagini che rubano il fiato allo spettatore e la poesia di parole che, esprimendo gratitudine nei confronti della “madre” dell’universo, tocca le corde del cuore. Qualcuno storcerà il naso ma Voyage of Time: Life’s Journey è Malick in senso assoluto: un viaggio spirituale dove perdersi è pura magia.

voyage-of-time

Il ritorno di Malick

Lo ammettiamo, gli ultimi due film di Terrence Malick hanno deluso le aspettative! Sia To The Wonder, (recensito a Venezia 69) che Knight of Cups (analizzato a Berlino 65) hanno mostrato un autore sottotono, sospeso in un citazionismo che sconfinava nella noia e nella auto-parodia. Voyage of Time: Life’s Journey, considerata la natura documentaristica e l’assenza di star (fatta eccezione per Cate Blanchett, di cui ascoltiamo la voce per i novanta minuti di proiezione), correva numerosi rischi. Eppure questa epopea ricca di suggestioni segna il ritorno del Malick che amiamo, l’autore poetico di The Tree of Life e il narratore trascendentale de La sottile linea rossa e The New World. La maestosità delle immagini sovrasta la narrazione che diventa pura e malinconica poesia; un dolce accompagnamento che, tra esplosioni universali e orrori umani, ci racconta una storia che tutti conosciamo ma che non possiamo (e non dobbiamo!) smettere di amare. Voyage of Time: Life’s Journey è un ringraziamento alla vita e un solenne abbraccio cosmico che, riempiendoci gli occhi di meraviglia, dimostra l’importanza di ognuno di noi.

     Voyage of Time: Life’s Journey Trailer