Do alla gente quello che vuole e divento ricco. Mi sono guadagnato il diritto di essere odiato”. Chi parla è Richie Finestra (Bobby Cannavale), il protagonista di Vinyl, la serie televisiva statunitense creata da Mick Jagger, Martin Scorsese, Rich Cohen e Terence Winter che racconta l’ascesa del rock nella New York degli anni Settanta. Targata HBO, Vinyl segue le vicende del presidente della American Century Records, un’importante etichetta discografica sull’orlo del fallimento. L’improvviso abbandono dei Led Zeppelin complica le cose e costringe Finestra a chiedere l’aiuto di loschi personaggi che esercitano un’influenza nel mondo della radio. Ma un tragico fatto catapulta il produttore in una spirale di morte, droga e distruzione da cui sarà molto difficile uscire. Sono oltre venti anni che Mick Jagger e Martin Scorsese vogliono portare sul grande schermo il mondo dell’industria discografica degli anni ’70. Oggi, con il mercato televisivo sempre più produttivo, quell’ipotetico film si è trasformato in un brillante show HBO diretto proprio dal regista di The Departed e The Aviator.

maxresdefault

Martin Scorsese, dopo brillanti documentari come Shine a Light e George Harrison: Living in the Material World, firma un pilot di 108 minuti che introduce allo spettatore i lati bui, folli e trascinanti della musica rock. Ma il successo di Vinyl sta anche nel contributo di Mick Jagger che scrive un’opera autobiografica che rappresenta non solo la nascita del rock ma anche la libertà sessuale (nei cinema troneggia il Gola Profonda di Gerard Damiano), la frenesia dilagante e l’abuso di alcol e droghe dei primi anni ’70. La telecamera nel seguire i personaggi nelle loro azioni mantiene intatto  lo sguardo inedito di uno dei più grandi registi di tutti i tempi e la trascinante colonna sonora restituisce fedelmente l’intensità e l’atmosfera di un’epoca musicalmente inarrivabile. L’immancabile dose di violenza, il pizzico di onirismo narrativo e anche il carismatico Cannavale sono gli ulteriori punti di forza di uno show che è la vera sorpresa del 2016. Vinyl è molto più di una semplice serie televisiva, è cinema d’autore sul piccolo schermo; l’ennesimo passo in avanti per la HBO, una emittente che continua a sorprenderci ed emozionarci con dei prodotti che hanno la stessa firma e qualità dei capolavori cinematografici del passato.

La prima stagione di Vinyl, composta da dieci episodi, ha debuttato su Sky Atlantic il 22 febbraio 2016.

SPOT TV