Connettiti a NewsCinema!

Gossip Cinema

Alien, 5 motivi per cui Ellen Ripley è una vera tosta

Pubblicato

:

Alien è un punto di riferimento culturale per il mondo dell’horror e dello sci-fi, che mostra una versione più grintosa e sordida dei viaggi nello spazio. Per una volta la navicella spaziale non è bianca, cromata e brillante. Abbiamo seguito un gruppo di astronauti terribilmente impreparati alla minaccia che incontreranno, sprovvisti di misure di sicurezza, e ufficiali militari pronti a guidare una squadra. E così arriviamo a conoscere Ripley, una delle donne più toste e micidiali del grande schermo interpretata da Sigourney Weaver.

Per celebrare Ellen Ripley ed il National Alien Day rivediamo alcune delle ragioni per le quali è considerata così “tosta”.

Non è facile ingannarla

È orgogliosa, forte e rimprovera chiunque si comporti da egoista come quando Ash ignora il suo ordine di mantenere Kane in quarantena, sfidando l’ordine speciale 937. Riprende il Tenente Gorman per le sciocche decisioni da lui prese e non esita a puntare il dito su Burke quando lei e Kent restano bloccati con due dei terrificanti alieni della storia. Non permette ad Hudson di andare fuori di testa ricordandogli di mantenere la mente lucida per sopravvivere. La lista potrebbe andare avanti ancora! La Weaver è un grande esempio di come un personaggio non sfiorisca mai: non ha paura del confronto e farà qualsiasi cosa perché la sua voce venga ascoltata.

Non è una semplice macchina

Prima di diventare una sorta di Xeno-clone super potente in Alien: Resurrection, Ripley era un Ufficiale bloccato nella missione sbagliata al momento sbagliato. Non è una di quelle super assassine che uccidono tra make up e mosse sexy . È insolente, caparbia e soprattutto molto umana. Ripley era originariamente un ruolo scritto per un uomo, ma quando Sigourney Weaver è entrata a far parte del cast non hanno cercato di rendere il personaggio più femminile. Ellen Ripley non è una damigella in pericolo il cui ruolo è definito dagli uomini intorno a lei o dalle relazioni che ha con loro. È una figura definita dalla sua intelligenza strategica e dal suo istinto di sopravvivenza. Questa donna è indiscutibilmente una delle più significative protagoniste della storia del cinema.

Sa essere materna

Dopo aver appreso della morte della figlia, Ripley ne rimane devastata. Tutto ciò che desidera è tornare semplicemente a casa sana e salva per l’undicesimo compleanno della figlia. Quando trova Newt il suo primo istinto è quello di prendersi cura di lei. Cerca di capire cosa la piccola può aver passato e si rende conto di quanto un bambino possa rimanere traumatizzato. Una delle sue frasi più cool è: “Sta lontana da lei”. Ripley è guidata dal desiderio di proteggere, infatti si prende cura anche del gatto Jonesy, salvandolo in uno dei momenti in cui qualsiasi persona direbbe: “Pensa a te e non al tuo amico pelosetto”. Così la Weaver ci dimostra come incarnare un personaggio forte dal cuore gentile.

È maledettamente attenta

A Ripley non importa nulla di come uccidere uno Xenomorfo. In Alien lo spinge nella camera d’aria, gli spara con un lanciarpioni, ed arriva a bruciare la stanza dei motori. Una tripletta esagerata ma assolutamente necessaria. In Alien 3 richiede un’autopsia completa che supervisiona per poi bruciare i corpi di Hicks e Newt in modo da evitare brutte sorprese. È inoltre l’unica ad insistere per seguire il protocollo di quarantena quando Kane torna dal Nostromo con un alieno sconosciuto attaccato alla faccia. A volte bisogna prendere decisioni difficili che possono non piacere e la nostra ragazza non esita a farlo.

È un’ eroina iconica

Ellen Ripley è solo la terza in comando ma cerca di farsi carico della situazione calmando gli altri membri dell’equipaggio quando le cose cominciano ad andare male. Quando il Tenente Gorman ignora il suo piano d’azione, lei molla tutto e corre a salvare i sopravvissuti della squadra. Anche se non ha una preparazione militare il Caporale Hicks si rivolge a lei per dei consigli chiedendole un’ultima parola sulle decisioni da prendere. Da Ufficiale di guerra a “ Signora dei Sopravvissuti ”, Ripley esce dalla sua eterna battaglia con licenza di uccidere. Infine, quando è ancora umana, commette un ultimo eroico gesto: nel momento in cui capisce di avere uno Xenomorfo che sta crescendo dentro di lei, si sacrifica per salvare il genere umano. Un’eroina indimenticabile come la straordinaria saga creata da Ridley Scott nel 1979.

Continua a leggere
Clicca per commentare

Lascia qui il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Gossip Cinema

L’incredibile Hulk Lou Ferrigno ricoverato per un vaccino sbagliato

Pubblicato

:

hulk

Lou Ferrigno è stato ricoverato dopo che una vaccinazione contro la polmonite andata male, secondo quanto riporta la rivista People. L’attore che ha interpretato l’incredibile Hulk ha 67 anni e ha condiviso la notizia sui suoi social media, rivelando che è finito in ospedale dopo che gli è stato presumibilmente somministrato per sbaglio un vaccino contro la polmonite.

Sono andato in ospedale per capire se avevo la polmonite e sono finito con un liquido nel braccio” ha twittato accanto a una foto di se stesso sdraiato in un camice da ospedale con la flebo nel braccio. Ha anche condiviso la notizia con il suo account Instagram, aggiungendo gli hashtag “#neveradullmoment #tips #shots #hospitalvisit #louferrigno #illbeok”.

lou ferrigno ospedale

I rappresentanti di Ferrigno non hanno risposto immediatamente alla richiesta di commento dei media, e non è chiaro quale vaccino sia stato dato a Ferrigno. Ci sono due tipi di vaccini che combattono la polmonite, secondo il Center for Disease Control and Prevention (CDC): PCV13 e PPSV23 sono entrambi raccomandati per gli adulti di età pari o superiore a 65 anni, al fine di evitare la contrazione delle infezioni da malattie da pneumococco, come la meningite, le infezioni del flusso sanguigno, la polmonite e le infezioni dell’orecchio.

Anche se entrambi possono causare lievi effetti collaterali che spesso vanno via da soli, solo il PCV13 è stato segnalato per causare gonfiore nel sito di iniezione, ha detto il CDC. Nonostante Ferrigno consigli ai suoi fan di essere più cauti nel fare i vaccini, il CDC riferisce che gli Stati Uniti hanno il rifornimento di vaccini più sicuro e più efficace della sua storia. Oltre a interpretare Hulk, Ferrigno ha recentemente interpretato ruoli in diversi film tra cui The Avengers nel 2012, Star Trek Continues nel 2014 e Enter the Fire nel 2018. Ha anche diversi progetti in programma per il 2019, secondo la sua pagina IMDb. A parte la sua carriera da attore, Ferrigno ha dedicato anni al bodybuilding, da cui si è ufficialmente ritirato negli anni ’90, e ha co-fondato la sua famiglia, il programma di fitness, Ferrigno Fit, con la figlia Shanna.

La sua reputazione nel sollevamento pesi e nel bodybuilding gli ha assicurato il lavoro di addestramento di Michael Jackson in vista del suo tour di ritorno nel 2009.

Continua a leggere

Cinema

Christian Bale alla premiere di Vice: “Trump crede che io sia Bruce Wayne”

Pubblicato

:

bale

Con l’ultimo film di Christian Bale, Vice, una commedia politica, è inevitabile che si creino dei legami tra il film e l’attuale amministrazione politica americana e il Presidente Donald Trump. Sul red carpet della premiere di Vice, l’attore che interpreta l’ex vicepresidente Dick Cheney, ha condiviso l’esperienza di aver incontrato l’attuale presidente durante le riprese de Il Cavaliere Oscuro nel 2011.

“L’ho incontrato, una volta“, ha detto. “Stavamo girando Batman nella Trump Tower e lui ha detto, vieni in ufficio“. “Credo che pensasse che fossi Bruce Wayne” ha scherzato Bale, “perché ero vestito da Bruce Wayne. Così mi ha parlato come se fossi Bruce Wayne e l’ho seguito, davvero. E’ stato abbastanza divertente. All’epoca non avevo idea che avrebbe pensato di candidarsi alla presidenza“. Bale ha anche parlato del suo sorprendente aumento di peso per il ruolo di Cheney, spiegando che questa volta ha consultato un nutrizionista piuttosto che digiunare, come ha fatto per i suoi altri ruoli trasformativi.

Questa è la prima volta che vado da un nutrizionista perché sto iniziando a sentire la mia età” ha detto. “Ho realizzato che potrei morire, quindi credo sia meglio ascoltare qualcuno che sa davvero di cosa stiamo parlando invece di fare di testa mia come ho sempre fatto“.

Continua a leggere

Cinema

Morto Stan Lee a 95 anni: le reazioni di Hollywood

Pubblicato

:

stan lee

Tutto il mondo dei fumetti e del cinema si è rattristato alla notizia che la leggenda della Marvel Comics Stan Lee fosse morto all’età di 95 anni. Ora tutta Hollywood gli rende omaggio sui social e dal vivo, come potete vedere qui sotto.

Nato con il nome di Stanley Martin Lieber nel 1922, è conosciuto come co-creatore della maggior parte dei personaggi principali della genesi dell’Universo Marvel, tra cui The Incredible Hulk, The Mighty Thor, The Invincible Iron Man, The Astonishing Ant-Man e The Uncanny X-Men al fianco di Jack Kirby. Con Steve Ditko ha co-creato Doctor Strange e Spider-Man (probabilmente il personaggio più iconico della compagnia), così come Daredevil con Bill Everett. Ha anche rianimato i vecchi eroi di Timely degli anni ’40 tra cui Sub-Mariner e Joe Simon e Jack Kirby’s Captain America. Il gruppo di team The Avengers seguì nel 1963. Mentre altri personaggi iconici seguirono tra cui The Inhumans, Silver Surfer, Black Panther (il primo supereroe nero nei fumetti mainstream) e The Falcon, i principali contributi creativi di Lee nei primi anni 60 formarono il nucleo di Marvel Comics.

 

Continua a leggere
Pubblicità

Facebook

Recensioni

Nuvola dei Tag

Film in uscita

Dicembre, 2018

20Dic00:00Il ritorno di Mary PoppinsTitolo originale: Mary Poppins Returns

20Dic00:00Cold War

20Dic00:00Ben is Back

20Dic00:00Bumblebee

20Dic00:00The Old Man & the Gun

20Dic00:007 uomini a molloTitolo originale: Le Grand Bain

20Dic00:00Amici come prima

Film in uscita Mese Prossimo

Gennaio

Nessun Film

Pubblicità

Popolari

X