Connect with us
i peggiori film del 2018 i peggiori film del 2018

Cinema

10 film del 2018 di cui potevamo fare a meno

Published

on

Quando si avvicina la fine dell’anno molti magazine online di cinema e intrattenimento cominciano a proporre varie classifiche dei migliori film che ci hanno regalato emozioni e si sono distinti per una regia attenta, una sceneggiatura originale o per un cast particolarmente brillante e talentuoso. NewsCinema vuole andare un po’ controcorrente, ricordando quei film del 2018 di cui potevamo fare a meno e che non hanno convinto molto né il pubblico né la critica.

Il Giustiziere della Notte – Eli Roth

L’idea era buona: affidare l’adattamento del libro firmato da Brian Garfield a un cineasta non accusabile di simpatie repubblicane (Eli Roth) per recuperare il senso originale di un’opera che, agli inizi, aveva suscitato l’interesse persino di Sidney Lumet e che poi è finita nelle mani di Michael Winner (lo stesso di Io sono la Legge). Winner riuscì infatti a creare un piccolo cult cinematografico, stravolgendo però il materiale di partenza. Il nuovo remake con Bruce Willis sceglie la strada più banale, cioè quella di narrare una storia molto più chiusa e autoreferenziale di quanto non lo fosse quella originale, che prende il via dalla sete di vendetta di un padre di famiglia che vuole trovare (ed uccidere) le persone che hanno fatto del male ai suoi cari.

Ocean’s 8 – Gary Ross

Il senso di una operazione come quella di Gary Ross, che voleva applicare il trattamento del “gender swap” per rilanciare il franchise Ocean’s, doveva essere uno solo: capovolgere il modo di vedere (e di agire) dei personaggi maschili della serie per svecchiarne la narrazione, che per forza di cose doveva quindi passare dallo sguardo femminile del nuovo gruppo di ladre. E invece il film di Ross riesce benissimo nell’omaggiare la serie di Soderbergh, ma non ha la forza di usare quello che era il fulcro di ogni capitolo del franchise, ovvero il carisma e lo charme dei suoi attori, per fare qualcosa di diverso. Alla fine quindi Ocean’s 8 non sfrutta il solo elemento di novità a sua disposizione (il cast femminile) per dare un passo diverso alla narrazione.

slenderman

Slender Man

Slender Man – Sylvain White

Decidere di realizzare un film attorno ad un fenomeno nato su internet è sempre un’idea rischiosa. I tempi della produzione cinematografica non sono compatibili con quelli delle mode del web e se portare Slender Man al cinema poteva sembrare un’idea interessante nel momento in cui sono iniziati i lavori per il film, non lo era già più al momento della sua effettiva uscita nelle sale. Se poi il risultato è anche pessimo, non ci sono più giustificazioni che reggano.

Pupazzi Senza Gloria – Brian Henson

Pupazzi Senza Gloria, al netto delle battute poco divertenti e di un umorismo ormai obsoleto, sembra essere nato da un’idea sbagliata in origine. Se il successo de I Muppet risiede proprio nell’apparente innocenza dei pupazzi creati da Jim Henson (apparente perché in realtà le creature di pezza sono più sagaci ed intelligenti di quello che lasciano intendere), questo film così sboccato e fintamente provocatorio perde qualsiasi tipo di interesse. Il fatto di non avere poi nel proprio team nessuno degli autori originali dei Muppet (che nel 2011 erano riusciti in una piccola impresa cinematografica con il loro film su Kermit e amici) non ha di certo aiutato. Melissa McCarthy poteva fare davvero poco.

The Cloverfield Paradox – Julius Onah

Che le piattaforme di streaming come Netflix fossero diventate un nuovo contenitore per le più scalcinate produzioni del “sottobosco” cinematografico (quelle che un tempo erano destinate esclusivamente al mercato home-video) era chiaro già da anni. Ma perché uno di questi titoli così sgangherati, forse divertente ma dalle evidenti limitazioni, sia stato scelto per una serie così in vista come quella di Cloverfield rimarrà un mistero. Che la “scatola misteriosa” di J.J. Abrams stia già diventando un cestino per gli scarti?

Sono tornato – Luca Miniero

C’erano tutti i presupposti non solo per realizzare un buon film, ma persino per superare l’opera originale (che non aveva la complessità necessaria per poter rendere onore alla propria idea geniale). Invece Miniero e Guaglianone non hanno saputo cogliere le contraddizioni della nostra società e gli spunti che solo il nostro Paese è in grado di fornire per costruire qualcosa che andasse al di là del semplice rifacimento, quindi in grado di reggersi autonomamente sulle proprie gambe. Scivoloni difficili da perdonare, come quello del “tenero” ricordo di Claretta Petacci o i tentativi di auto-assoluzione del Duce per “essersi fatto fregare da Hitler”, non sono poi storicamente giustificabili, né tantomeno vengono mai smontati durante il corso della storia.

Show Dogs – Raja Gosnell

Will Arnett avrà anche raggiunto il successo grazie ad una serie tv con animali parlanti, ma ciò non basta a giustificare la sua presenza in Show Dogs, una debolissima commedia che lo vede protagonista nei panni di un detective umano affiancato da un partner canino doppiato da Ludacris. Show Dogs è ovviamente un film rivolto ai bambini più piccoli, ma non ha scuse per annoiare i loro genitori  (o qualsiasi parente che abbia superato i cinque anni) fino alle lacrime. Stendiamo poi un velo pietoso sui nomi scelti per il doppiaggio italiano.

clovefield

Tomb Raider – Roar Uthaug

Quella di riprovarci (dopo il fallimento clamoroso del 2001) con Lara Croft al cinema non sembrava una cattiva idea all’inizio, visto il rinnovato interesse attorno alla saga di videogiochi, che negli ultimi anni è stata “svecchiata” e riproposta con una nuova veste. Eppure il film di Roar Uthaug sembra fare di tutto per dilapidare il patrimonio di scene e idee ben concepite che sembrano essere comunque presenti ma mai davvero sfruttate. Il nuovo Tomb Raider si limita quindi a riproporre tutti i cliché più banali dei film d’azione nella convinzione che questi possano bastare a tirare avanti. Una mancanza di impegno (e di rispetto verso il pubblico) che neanche la commovente dedizione di Alicia Vikander avrebbe potuto salvare.

Nelle Pieghe del Tempo – Ava DuVernay

Perché la Disney abbia voluto rendere contemporaneo un classico fantasy per adolescenti eliminando completamente da esso la parte avventurosa, rimarrà un mistero. La trama è semplice: una ragazza viene trasportata in un altro mondo alla ricerca di suo padre, creduto a lungo scomparso ma in realtà intrappolato in un’altra dimensione. Anziché far ruotare tutto attorno all’azione, Ava DuVernay preferisce far ruotare tutto attorno al melodramma sentimentale. Ma questo è solo uno dei problemi di questo film. Nelle Pieghe del Tempo è infatti un prodotto ben al di sotto degli standard a cui ci hanno abituato i blockbuster americani, pur avendo le medesime ambizioni e velleità di grandezza.

Il Grinch – Yarrow Cheney, Scott Mosier

Quella dell’essere che ruba il Natale è sempre stata una storia per bambini che possedeva però una maniera unica di rappresentare la meschinità. Il Grinch era innocuo eppure maligno e, come per Scrooge, il punto della parabola del personaggio ideato da Dr. Seuss stava proprio nella conversione attraverso il potere salvifico delle feste natalizie. Questa nuova produzione animata Illumination spoglia invece il film di questo suo elemento fondante, riducendosi a confezionare il solito collage di gag più o meno riuscite come già era stato fatto per il cartone animato dedicato ai Minions.

Studente presso la facoltà di Medicina e chirurgia dell'Università degli Studi di Bari Aldo Moro. Autore di diversi articoli pubblicati su mensili locali quali Bisceglie in Diretta e Il Biscegliese e siti d’informazione online locali e non. Ha collaborato con siti di informazione videoludica, come GameBack, GamesArmy e gamempire.it. Attualmente è redattore di Bisceglie24 e gestisce il blog cinematografico Strangerthancinema.it.

Cinema

Bud Spencer Museum | un museo dedicato all’attore nel cuore di Berlino

Published

on

Un mito come l’attore Bud Spencer, all’anagrafe Carlo Pedersoli non morirà mai. Una frase apparentemente banale ma che dentro di sé contiene una grande verità. A giugno saranno 5 anni da quando l’attore napoletano, noto per i suoi film in coppia con l’amico fraterno Terence Hill ambientati nel vecchio West e non solo. Proprio per celebrare la sua carriera a Berlino aprirà i battenti il Bud Spencer Museum.

Cosa verrà mostrato nel museo dedicato a Bud Spencer?

La famiglia Pedersoli composta dai tre figli Giuseppe, Christiana e Diamante sono stati i primi fautori alla realizzazione di questo museo dedicato al grande attore di origini napoletane. Scomparso all’età di 86 anni nel 2016, grazie alla realizzazione di questo museo sarà possibile mostrare tutti quei cimeli e ricordi del passato che hanno contribuito a renderlo uno degli attori più seguiti e apprezzati in tutto il mondo. Tra i suoi fan più accaniti, l’attore americano Russel Crowe, come dichiarato dallo stesso in un’intervista durante la presentazione del film Nice Guy.

Cosa verrà mostrato in questa mostra unica nel suo genere? È stata una delle prime domande poste dai chi è cresciuto con i suoi film e continua a farlo ancora oggi. Negli esclusivi spazi del palazzo Römischer Hof sul centralissimo boulevard Unter den Linden, per un anno saranno esposti centinai di oggetti privati e di scena che hanno fatto parte del suo percorso artistico.

Leggi anche: Addio Bud Spencer, l’ ultima parola del gigante buono è stata “Grazie”

Leggi anche: The Nice Guys, il folle buddy movie con Russell Crowe e Ryan Gosling

L’omaggio della famiglia Pedersoli

La mostra di Berlino dedicata a Bud Spencer verrà realizzata dopo la prima esposizione avvenuta al Palazzo Reale di Napoli verso la fine del 2019. Iniziativa che venne accolta dai fan italiani e internazionali con grande entusiasmo. Oltre alla presenza di oggetti che susciteranno nello spettatore ricordi e sorrisi, ci saranno anche ospiti internazionali e spettacoli unici nel loro genere.

Tutte le informazioni per accedere alla mostra su Bud Spencer

Dal 27 giugno fino al 30 giugno 2022, circa 500 m² saranno riempiti da foto inedite, locandine dei film, costumi originali e oggetti di scena di oltre 50 film. Di seguito, le informazioni utili per poter visitare il Bud Spencer Museum – Piedone a Berlino situato in Römischer Hof, Unter den Linden 10, 10117 Berlin.

Aperto tutti i giorni dalle ore 10 alle ore 20, sarà possibile chiedere informazioni e acquistare i biglietti ai seguenti indirizzi: bulldozer@budspencer-museum.com ; www.budspencer-museum.com . Il costo del ticket per accedere alla mostra è di 12 euro per gli adulti; 10 euro per i ridotti e 8 euro per i bambini.

Continue Reading

Cinema

Profeti | al via le riprese del nuovo film diretto da Alessio Cremonini

Published

on

Dopo tre anni dall’uscita del film Sulla mia pelle con Alessandro Borghi il regista Alessio Cremonini è pronto a tornare dietro la macchina da presa. Dopo aver raccontato la tragica morte di Stefano Cucchi nella sua opera prima, il nuovo progetto cinematografico intitolato Profeti sarà incentrato su una storia inventata.

Le riprese del nuovo film di Alessio Cremonini

Circa una settimana fa, sono iniziate ufficialmente le riprese del film Profeti scritto dalla sceneggiatrice Monica Zapelli e diretto dal regista Alessio Cremonini. La fotografia e il montaggio sono stati affidati rispettivamente a Ramiro Civita e Marco Spoletini.

Ambientato in Puglia, le riprese terranno impegnate la troupe e gli attori per circa sei settimane. Il film è stato prodotto da Cinema Undici e Lucky Red con Rai Cinema, con il contributo dell’Apulia Film Commission e con il sostegno della Direzione Generale Cinema e audiovisivo. Senza dubbio, notizie come questa fanno ben sperare in una ripresa dell’industria cinematografica italiana.

Leggi anche: Venezia 75, Sulla mia Pelle: la storia di Cucchi in un film asciutto con personaggi senza volto

Leggi anche: Venezia 75: Sulla Mia Pelle, Alessandro Borghi: “La storia di Stefano Cucchi è una ferita ancora aperta”

La trama di Profeti

A differenza del precedente film, questa è una storia di finzione incentrata sul rapimento di
una giornalista nel Medio Oriente e sul suo periodo di detenzione. Il ruolo di protagonista è stato affidato alla bravissima Jasmine Trinca, attrice diretta dal regista nel film Sulla mia pelle, interpretando la sorella della vittima, Ilaria Cucchi. Insieme a lei, a condividere la scena ci saranno anche Isabella Nefar e Ziad Bakri.

Continue Reading

Cinema

Harry Potter | un magico tour virtuale da Londra per i fan italiani della saga

Published

on

Per tutti i fan della magica saga di Harry Potter il 3 aprile c’è un evento da non perdere! Quando il coronavirus costringe milioni e milioni di persone a restare in casa, per evitare di peggiore ancora di più la situazione pandemica, c’è la tecnologia ad accorciare le distanze. Nel caso specifico, il merito è di Marco, un ragazzo come tanti altri, che ha saputo trovare un ponte tra chi vorrebbe vedere dei luoghi in Inghilterra e non può farlo per varie ragioni.

Grazie al sito  https://www.wondersoflondon.com/ ha creato una community composta da persone interessate alle mostre e alle iniziative culturali presenti a Londra e non solo. Grazie a una pagina Facebook collegata al sito sopra citato, Marco o meglio Valerio come viene chiamato in Inghilterra, realizza anche molte visite guidate assolutamente gratis in lingua inglese.

A tal proposito, il prossimo fine settimana ci sarà un tour speciale tra i luoghi del maghetto con la cicatrice a forma di saetta, più famoso del cinema. Di seguito vi lasciamo tutti i riferimenti per poter prendere parte a questa visita guidata restando comodamente seduti sul divano di casa.

Quali sono i link per vedere la diretta?

Questa iniziativa diventata virale nel giro di poche ore, sarà qualcosa di unico nel suo genere, soprattutto per chi ama il mondo di Harry Potter, creato dalla penna di J.K. Rowling. Di seguito troverete tutti i contatti e i link, per vedere il tour che si terrà in diretta dal centro di Londra sabato prossimo 3 Aprile alle ore 16 italiane.
Questo è il link dell’evento Facebook: facebook.com/events/271665931336020/

Il tour è una versione in diretta video del nostro tour a piedi che puoi trovare qui: https://www.wondersoflondon.com/it/tour/harry-potter-londra-tour-gratuito/

E sarà eseguito dalla nostra guida Debora: https://www.wondersoflondon.com/it/personnel/debora/

Leggi anche: Animali fantastici: I crimini di Grindelwald, tutti i collegamenti con Harry Potter

Leggi anche: J.K. Rowling svela cinque curiosità su Harry Potter e i Doni della Morte

Come si svolgerà l’evento dedicato a Harry Potter?

Il costo del biglietto è di £4.99 e la registrazione avviene direttamente sull’evento Facebook, dove poi la diretta avverrà e sarà visibile in automatico solo a chi si è registrato.
Il tour durerà un’ora circa ed utilizziamo iPhone con connessione 5g illimitata, gimbal e microfono antivento.

L’itinerario prevede la partenza da Parliament Square e si finisce a Leicester Square, e cammineremo attraverso alcune delle location di Londra che hanno ispirato o fatto da sfondo alla meravigliosa saga mostrando luoghi come Diagon Alley e il Ministero della Magia, oltre a scoprire tante curiosità su Harry Potter.

Continue Reading
Advertisement

Facebook

Advertisement

Popolari