Connect with us

Concerti

Il concerto di Vasco a Roma, una delusione

Published

on

vasco1

Voglio una vita spericolata”, ma di certo nessuno di quanti hanno affollato (è proprio il caso di dirlo) lo stadio Olimpico di Roma, avrebbero pensato di viverla per davvero. Vasco Rossi a Roma con il suo Kom Tour 2011, doppia data, 1 e 2 luglio. Sold out da tempo, ma la sensazione che ha lasciato nelle orecchie, nelle ginocchia e nel sistema nervoso del pubblico è di stordimento. Ma non di quello gaio che di solito accompagna chi ha appena assistito ad un concerto rock, quanto di quello fastidioso, deludente e vagamente depresso di chi invece abita sopra la piazza principale di un paesino durante la festa patronale. Che ci fosse qualcosa che non andava, in tutto il contesto, lo si poteva notare di primo acchito: la scenografia e il palco, monumentali per carità, schiacciati sulla curva Sud. Inevitabile farsi due conti e rendersi conto che i malaugurati possessori di tagliandi in curva Nord sedevano a circa 130 metri di distanza.

Ma non solo, purtroppo: come nelle peggiori compagnie aree low cost che si rispettino, anche per il mega evento del rocker emiliano si è dato vita ad un overbooking (sovra prenotazioni) da far tremare le vene dei polsi. Cosicché sulle gradinate si è dovuto assistere a scene di ordinaria follia, in barba a qualsiasi norma di sicurezza. Persone stipate sui gradini (ricordiamo espressamente vietato per legge, perché rappresentano le uniche vie di fuga in caso di pericolo), due persone sullo stesso seggiolino per far fronte a chi, indebitamente, aveva occupato un posto. Il tutto, condito dalla sorprendente assenza di personale di sicurezza. Né uno steward, né un addetto, nessuno. Inutile sottolineare come fossero potute entrare sostanze e bevande di ogni tipo, ma non vogliamo fare i facili moralisti e i bacchettoni di primo pelo. “Vabbé, ma è Vasco”, e si chiude un occhio (magari un pezzettino anche dell’altro). Quindi, dopo aver faticosamente scavalcato una muraglia umana, e discusso animatamente con chi, nonostante l’evidenza dei fatti, continuava a tenere ben comode le proprie terga su un seggiolino che non gli apparteneva, ci si può preparare al concerto dell’anno.

Entra Vasco, la folla lo acclama, lo osanna, lo adora. Comincia la musica. Musica? Più che graziosi graffi disegnati su un pentagramma sembra lo sgradevole rumore che fuoriesce dalla televisione in “The Ring”. Soprattutto nei momenti in cui il Blasco parlava al pubblico tutti si guardavano intorno chiedendosi: “Ma cosa sta dicendo?”, non si capiva assolutamente nulla di quello che proferiva. Probabilmente l’impianto acustico nei distinti nord non funzionava a dovere. Ad un certo punto vorremmo andare via, ma volgiamo lo sguardo in basso: l’uscita del settore è venti file e cinquecento persone da scavalcare più giù. Ci risediamo, l’unica consolazione è che il concerto è durato un quarto d’ora in meno rispetto a quello del giorno precedente. Magra consolazione, perché il biglietto costava uguale. Auguriamo comunque al rocker di Zocca una pronta guarigione visto il recente ricovero in seguito ai continui dolori durante le tappe del tour dovuti, sembra, ad una frattura alla costola.

 

(Foto di Marco Rogolino)

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Concerti

Marilyn Manson ferito durante il concerto di New York

Published

on

Marilyn Manson è stato ferito sul palco dell’ Hammerstein Ballroom di New York sabato sera, quando un pezzo di scenografia è caduto su di lui o lo ha spinto all’indietro.

Una dichiarazione del manager del cantante ha detto: “Manson ha subito un incidente verso la fine di un incredibile show a NYC. E’ stato portato in un ospedale locale“. Una fonte vicina all’accaduto ha detto a Variety poco dopo l’incidente che Manson “stava bene“, ma non si tratta di un commento ufficiale.

La band è stata circa 45 minuti a suonare e stava eseguendo la cover di “Sweet Dreams” degli Eurythmics quando è successo. “Al centro del palco era un podio, incorniciato da due gigantesche false pistole, su cui Manson ha cominciato a salire. Il podio è stato sbattuto drammaticamente, e Manson è caduto all’indietro e un proiettile di scena lo ha colpito – la band ha continuato a suonare per diversi momenti fino a quando non ha notato che il cantante non si alzava più”.

Le luci poi si sono spente e qualcuno ha detto che “a causa di lesioni” lo spettacolo era finito. Il tour “Heaven Upside Down” della band è iniziato solo due giorni fa a Maryland e dovrebbe proseguire fino alla fine di Ottobre; non è chiaro alla stampa se le date saranno rinviate per questo.

Continue Reading

Concerti

Elodie e Michele Bravi in concerto per Radio 2 Live, aperte le iscrizioni

Published

on

Un concerto inedito, un’occasione unica per vedere, sullo stesso palco, due giovani risorse del pop. Giovedì 22 giugno, alle ore 21, nella Sala B di Via Asiago a Roma, Elodie e Michele Bravi condivideranno la stessa puntata di ‘Radio2 live’. Un concerto che racconterà, dopo il successo di Sanremo, la storia in musica di questi giovani interpreti della canzone italiana.

Da un lato Elodie, cantante magnetica e amata da un pubblico di giovani appassionati, reduce dal successo di Tutta colpa mia, brano scritto da Emma, Pollex, Angiuli e Cianciola, che prende il nome dall’omonimo album; dall’altro Michele Bravi, uno dei più influenti giovani artisti sul web in Italia: su Youtube ha più di 300 mila iscritti, quasi 500 mila follower su Twitter e più di 250 mila like su Facebook. Michele è reduce dal successo de Il Diario degli errori, brano reso noto a Sanremo 2017 e contenuto in Anime di Carta, il suo ultimo disco. Radio2 live sarà occasione unica e intima per condividere il loro percorso, insieme ai padroni di casa del format Carolina Di Domenico e Pier Ferrantini, con l’affezionato pubblico di Radio2.

Continua anche in versione estiva, dunque, il percorso di Radio2 dedicato a tutta la musica dal vivo più bella, con il format che apre le porte della radio agli ascoltatori: un calendario di concerti esclusivi – aperti al pubblico e gratuiti – in diretta da una delle sale storiche di Radio Rai, sulle frequenze di Radio2. Per prenderne parte alla serata scrivi subito a radio2live@rai.it. L’ingresso è libero fino ad esaurimento dei posti disponibili.

Il concerto sarà in diretta sulle frequenze di Radio2, in streaming su radio2live.rai.it e fruibile anche con l’app gratuita Radio Rai per smartphone e tablet.

Continue Reading

Concerti

The Rolling Stones tornano in concerto in Italia: al via la prevendita esclusiva per i titolari American Express

Published

on

Prenderà il via giovedì 11 maggio la prevendita esclusiva per tutti i Titolari American Express dei biglietti per l’unica data italiana dei Rolling Stones, che si terrà il 23 settembre 2017 al Lucca Summer Festival.
Sarà possibile acquistare i biglietti a partire dalle ore 09:00 di giovedì 11 maggio alle ore 09:00 di sabato 13 maggio.

I moltissimi fans italiani della band che ha fatto la storia del Rock n’ Roll avranno così la possibilità di rivedere i propri beniamini tornare in Italia tre anni dopo il concerto tenutosi al Circo Massimo di Roma nel giugno 2014. L’accordo è stato siglato con AEG Presents, e i titolari American Express potranno garantirsi i biglietti per il concerto con due giorni di anticipo rispetto all’apertura della vendita al pubblico, prevista dalle ore 10.00 del 13 maggio.

Il servizio di prevendita sarà accessibile tramite il sito http://www.ticketone.it/americanexpress oppure chiamando il call center TicketOne al 892.101, attivo dal lunedì al venerdì dalle 8.00 alle 21.00 e il sabato dalle 9.00 alle 17.30.

American Express permette ai propri Titolari appassionati di musica di accedere più facilmente ad alcuni degli eventi musicali nazionali e internazionali più attesi, ottenendo per primi i biglietti disponibili e in anticipo rispetto alle normali prevendite.

Continue Reading
Advertisement

Facebook

Advertisement

Popolari