Connect with us

Published

on

Kirk Douglas, una delle figure più famose, rispettate e rispettate di Hollywood sin dall’età dell’oro, è morto all’età di 103 anni. Lascia Anne Buydens, sua moglie di 65 anni e i suoi tre figli Michael, Joel ed Eric – che lavorano tutti nel mondo dello spettacolo. Suo figlio Michael, un noto attore di film come Attrazione Fatale e Ant-Man, ha dato questa dichiarazione a People:

È con tremenda tristezza che io e i miei fratelli annunciamo che Kirk Douglas ci ha lasciato oggi all’età di 103 anni. Per il mondo era una leggenda, un attore dell’età d’oro dei film che visse bene nei suoi anni d’oro, un umanitario il cui impegno per la giustizia e le cause in cui ha creduto hanno fissato uno standard a cui tutti aspiriamo. Ma per me, i miei fratelli Joel e Peter era semplicemente papà, per Catherine, un meraviglioso suocero, per i suoi nipoti e pronipote, il loro nonno amorevole, e per sua moglie Anne, un marito meraviglioso. La vita di Kirk è stata ben vissuta, e lascia un’eredità nel cinema che durerà per le generazioni a venire, e una storia come un famoso filantropo che ha lavorato per aiutare il pubblico e portare la pace sul pianeta. Vorrei concludere con le parole che gli ho detto durante il suo ultimo compleanno e che rimarranno sempre vere. Papà, ti amo così tanto e sono così orgoglioso di essere tuo figlio“.

newscinema kirk douglas 4912556

Tra i numerosi ruoli cinematografici di Douglas ci sono classici come Spartacus, Paths of Glory, Ace in the Hole, 20.000 leghe sotto il mare, Lonely Are the Brave e Lust for Life. È stato nominato per tre volte all’Oscar come miglior attore, vincendo infine un Honorary Award nel 1996. Ha anche ricevuto la Presidential Medal of Freedom, un AFI Lifetime Achievement Award, un Kennedy Center Honoree, un Screen Actors Guild Lifetime Achievement Award , una medaglia nazionale delle arti e un premio Cecil B. DeMille.

Kirk Douglas filantropo

Oltre al suo lavoro come attore, la filantropia era di fondamentale importanza per Douglas. Ha donato continuamente molti guadagni a varie organizzazioni, tra cui oltre 400 campi da gioco di Los Angeles Unified School District che hanno bisogno di essere ricostruiti. Ha fondato e sostenuto centri per donne senza fissa dimora, malati di Alzheimer e bambini bisognosi di cure. È anche omonimo e fondatore di numerose borse di studio per il suo college e il liceo. E durante l’apice del Red Scare, quando molte persone di Hollywood venivano inserite nella lista nera per presunti legami con il partito comunista, Douglas fece probabilmente il più grande successo della sua carriera, Spartacus, assumendo il Dalton Trumbo nella lista nera per scrivere.

La salute di Kirk Douglas

La salute di Douglas prese una svolta seria nel 1996, quando ebbe un ictus debilitante che influenzò, tra le altre sfaccettature della sua vita, la sua capacità di parlare. Douglas ha lavorato instancabilmente con gli specialisti per riguadagnare gran parte del suo discorso e della sua mobilità, sembrando accettare un premio Oscar onorario solo due mesi dopo l’ictus (in seguito pagando il favore in avanti mentre appariva all’induzione di suo figlio nella Hollywood Walk of Fame). Douglas ha persino scritto un libro sulla sua esperienza, My Stroke of Luck, sperando che possa servire come racconto utile per gli altri.

In una delle sue ultime apparizioni pubbliche, Douglas è apparso ai Golden Globe Awards 2018, insieme a sua nuora Catherine Zeta-Jones, per presentare il premio per la migliore sceneggiatura. Douglas ha ricevuto una standing ovation da una stanza piena di persone che ha influenzato per sempre.

News

Temptation Island: ritorno di fiamma | Nessuno lo immaginava

Published

on

By

Temptation Island

Logo Temptation Island – NewsCinema.it

“Mai dire mai” e l’allusione ad un potenziale ritorno di fiamma con la ex: colpo di scena tra due ex concorrenti di Temptation Island

La coppia resa famosa dalla partecipazione allo show Temptation Island 2023, torna a far parlare di sé il web e ci pensa lui con una dichiarazione che lascia uno spiraglio su un papabile ritorno di fiamma.

Di recente la pubblicazione di un commento da parte di lui ha lasciato intendere di voler riallacciare il rapporto con la ex partner dopo che i due si sono lasciati di comune accordo a Temptation Island 2023.

La coppia è poi tornata sugli schermi, ospite a Uomini e Donne per raccontare la loro esperienza nel reality dei sentimenti: si tratta di una rottura definitiva o c’è ancora uno spiraglio di luce per la coppia?

Ma scopriamo di chi stiamo parlando

Manuel Maura e Francesca Sorrentino sono una delle coppie più chiacchierate dell’ultima edizione di Temptation Island. Mentre entrambi sembravano essere convinti della decisione di mettere fine alla loro storia d’amore, Manuel Maura ha lasciato intendere di recente che un possibile ritorno di fiamma in futuro non è da escludere del tutto.

Sui suoi profili social infatti, il volto noto di Temptation Island 2023 ha pubblicato una frase che non lascia dubbi secondo i suoi followers, che hanno interpretato il post come un chiaro riferimento a Francesca Sorrentino: “Mai dire mai”, ha scritto nelle sue storie di Instagram.

Francesca Sorrentino

Francesca Sorrentino. Fonte: Mediaset Infinity – Newscinema.it

Ma Francesca replica…

Manuel Maura sembra quindi voler far intendere una sua intenzione a volerci riprovare, mentre Francesca Sorrentino ha sempre mantenuto una posizione decisa riguardo alla fine della loro relazione e ha escluso qualsiasi possibilità di riavvicinamento e dopo le dichiarazioni del suo ex, la ragazza più apprezzata di Temptation Island 2023 ha risposto con un commento piuttosto criptico, ma non per i fan della coppia: “Oggi è caldo, ma ieri era un po’ freschetto. Si sentiva l’aria di ottobre”.

Questa dichiarazione di Francesca sembra far riferimento a una sua precedente affermazione, in cui aveva sostenuto che Manuel sarebbe tornato a cercarla quando le temperature si fossero abbassate, sottolineando la volubilità del ragazzo. Un atteggiamento che la ex sembra conoscere bene e che non la farebbe ricredere sulla scelta di chiudere. Intanto la fandom della coppia attende eventuali ulteriori sviluppi. Saranno di nuovo rose? La netta posizione di Francesca non sembra dare adito a uno spiraglio di speranza.

Continue Reading

News

Lutto per Simona Ventura: “infinita tristezza” | Come farà ora la conduttrice senza di lei

Published

on

Simona Ventura in lutto

Simona Ventura – “Fonte: Screenshot Video Mediaset” – Newscinema.it

Simona Ventura è in lutto, per lei è un dolore insopportabile quello che sta provando. È stato uno shock quando ha l’ha scoperto, non ha parole per descrivere questo doloro momento. Sarà difficile andare avanti.

Super Simo, come l’hanno soprannominata affettuosamente i suoi fan, sta vivendo un periodo veramente doloroso. Quel lutto che l’ha colpita non ci voleva, la notizia è arrivata come un fulmine a ciel sereno e veramente non se l’aspettava. È stato veramente uno shock per lei, anche perché nulla sarà più come prima, in quanto ha lasciato un vuoto dentro di lei che nessuno potrà mai colmarlo.

Sappiamo benissimo quanto la Ventura sia sensibile, l’abbiamo vista piangere in diverse occasioni, come per esempio all’Isola dei famosi, dove ha mostrato un lato di sé ai fan, che l’hanno fatta amare ancora di più. Tra l’altro, a Simona viene spesso chiesto se tornerà mai a vestire i panni della naufraga, ma il suo, no, è stato abbastanza categorico:

“So che tutti mi rivorrebbero all’Isola dei Famosi, ma no. Non solo perché sarebbe un errore strategico, perché anche se andasse bene non sarebbe mai come allora e direbbero che ho fallito. Ma perché non sarebbe in linea con la mia filosofia di chiudere con le cose vecchie e rinascere in cose mai fatte compreso il wake surf e la nonna!”. Vista la sua determinazione e forza d’animo nel dire questa verità, speriamo possa essere abbastanza forte dal riprendersi da questa terribile tragedia che l’ha colpita.

Simona Ventura in lutto, grande dolore per la conduttrice

Prima di questa notizia, (altro…)

Continue Reading

News

I Grandi Festival da Venezia a Roma e nel Lazio: il programma completo

Published

on

Locandina de I Grandi Festival

La locandina dell’evento I Grandi Festival da Venezia a Roma nel Lazio – Fonte: Ufficio Stampa

Le sale cinematografiche del Lazio pronte a proiettare i titoli presentati in anteprima durante l’ultima edizione della Mostra d’Arte Cinematografica della Biennale di Venezia. Ecco quali sono i cinema coinvolti e i film che verrà proiettati.

A pochi giorni dalla conclusione dell’ 80esima edizione della Mostra d’Arte Cinematografica della Biennale di Venezia, nei cinema di Roma e del Lazio verranno proiettati alcuni dei film più acclamati dal pubblico e della stampa. L’iniziativa patrocinata dalla Regione Lazio è stata intitolata I Grandi Festival da Venezia a Roma e nel Lazio e realizzata dall’Associazione Nazionale Esercenti Cinematografici (ANEC) del Lazio e si terrà dal 21 al 29 settembre in tutta la regione.

Il pubblico avrà modo di poter vedere i film presentati a Venezia in lingua originale con i sottotitoli in italiano. L’obiettivo è quello di valorizzare l’importanza dell’esperienza cinematografica in sala in un territorio geografico esteso anche oltre la Capitale.

L’evento che coinvolgerà migliaia di cinefili è in collaborazione con la Mostra d’Arte Cinematografica della Biennale di Venezia, Fondazione Cinema per Roma, Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani (SNCCI, gruppo Regione Lazio), Settimana Internazionale della Critica, Giornate degli Autori. Media partner dell’iniziativa sono Dimensione Suono Soft, Metro, Mymovies.it e Rete Oro.

I protagonisti del film Il Male non esiste

Gli attori del film Il Male non esiste – Fonte: NewsCinema.it

I Grandi Festival | Quali e quanti sono i film in programma?

La rassegna presenterà 50 film per un totale di 87 proiezioni con opere provenienti dalle sezioni, con opere provenienti dalle sezioni: Concorso (14 film); Fuori Concorso (2); Orizzonti (6); Giornate degli Autori (16); Notti Veneziane (8); Settimana Internazionale della Critica (4).

Tra i film premiati si segnalano: Io Capitano di Matteo Garrone (Leone d’Argento – Migliore Regia; Premio Marcello Mastroianni – Giovane Attore Emergente); Aku Wa Sonzai Shinai – Il Male non esiste di Ryusuke Hamaguchi (Leone d’Argento – Gran Premio della Giuria); Zielona Granica – Il Confine Verde di Agnieszka Holland (Premio Speciale della Giuria); Memory di Michel Franco (Coppa Volpi Migliore Interpretazione Maschile); Love is a gun di Lee Hong-Chi (Leone del Futuro – Premio Venezia Opera Prima “Luigi De Laurentiis”); Vampire humaniste cherche suicidaire consentant di Ariane Louis-Seize (Vincitore del GDA Director’s Award 2023).

E si continua con Quitter la nuit di Delphine Girard (Premio del pubblico GDA 2023); Magyaràzat Mindenre Agyrazàt Mindenre – Una spiegazione per tutto di Gábor Reisz (Premio Orizzonti per il Miglior Film); El Paraìso di Enrico Maria Artale (Premio Orizzonti per la Migliore Interpretazione Femminile; Premio Orizzonti per la Migliore Sceneggiatura); Felicità di Micaela Ramazzotti (Premio degli Spettatori – Armani Beauty); Los Océanos son los verdaderos continentes di Tommaso Santambrogio (Premio Bisato d’oro 2023 per la migliore regia); Photophobia di Ivan Ostrochovský, Pavol Pekarčík (Premio Label Europa Cinemas 2023).

Dove sarà possibile vedere i film in programma?

Le sale romane coinvolte nella manifestazione cinematografica riguardano il cinema Adriano, Barberini, Farnese, Giulio Cesare, Greenwich, Intrastevere, Lux, Mignon, Nuovo Sacher, Quattro Fontane e Savoy. Mentre sul territorio regionale del Lazio, le proiezioni saranno ospitate da Multisala Moderno di Bolsena, Dream Cinema di Frosinone, Multisala Cynthianum di Genzano di Roma, Multisala Oxer di Latina, Multisala Moderno di Rieti e Cinema Palma di Trevignano Romano.

Io Capitano di Matteo Garrone

Una scena del film Io Capitano diretto da Matteo Garrone – Fonte: NewsCinema.it

Come si svolgeranno le proiezioni dell’evento i Grandi Festival?

Ogni proiezione verrà introdotta da critici ed esperti della settima arte, mentre altri appuntamenti, godranno della partecipazione di attori e registi. Tra i nomi di rilievo Micaela Ramazzotti e Matteo Garrone, entrambi con cast al seguito, le francesi Chloé Barreau e Céline Sciamma, la macedone Teona Strugar Mitevskam, l’iraniano Ayat Najafi.

Nell’elenco degli italiani provenienti dalle Giornate degli Autori e dalla Settimana Internazionale della Critica che presenzieranno alle proprie opere ci sono invece Marco Amenta, Yuri Ancarani, Alessandra Cataleta, Irene Dorigotti, Simone Isola, Dunja Lavecchia, Gianluca Matarrese, Edoardo Morabito, Patrizia Pistagnesi, Alessandro Roia, Fabio Mollo, Vittorio Moroni, Morena Terranova Pedroni, Tommaso Santambrogio e Beatrice Surano.

Quanto costerà il biglietto?

Il costo del biglietto è di € 7,00 (intero), € 6,00 (ridotto), con la possibilità di richiedere una Fidelity Card che consentirà ogni 5 ingressi 1 omaggio. L’orario della prima proiezione sarà alle ore 16:30, l’ultima alle ore 21:30. I biglietti sono acquistabili ai botteghini dei singoli cinema e in prevendita online sui siti delle singole sale.

Si ringraziano: Academy Two, Barz and Hippo, Bim, I Wonder, Lucky Red, Minerva Pictures, Movies Inspired, Teodora, Tucker; le case di produzione che hanno concesso i film e gli esercenti che mettono a disposizione le sale. Un ringraziamento speciale a Fabio Fefé che ha curato la programmazione della Rassegna; Gaia Furrer Direttrice delle “Giornate degli Autori a Roma”; Cristiana Paternó Presidente SNCCI con la Squadra del Gruppo Regione Lazio per la disponibilità dei film della “Settimana Internazionale della Critica” e il coordinamento degli incontri introduttivi alla proiezione di alcuni dei film in programma.

Continue Reading

iscriviti al nostro canale YouTube

Facebook

Recensioni

Popolari