Un’intervista lunga, dettagliata, profonda, dove mette a nudo ogni passaggio della sua vita, specialmente quell’ultimo periodo così travagliato che lo ha portato ad un passo dal baratro. Johnny Depp si è interamente confessato a Rolling Stone USA, raccontando i momenti più difficili degli ultimi tempi: dalla dipendenza per droghe e alcool, al divorzio con Amber Heard, fino al crollo delle sue finanze. Una serie di situazioni che l’hanno fatto precipitare nella depressione più acuta.

Johnny Depp: “Ho pensato anche al suicidio”

johnny depp

L’attore rivela di aver toccato il fondo “come mai prima di allora“, e che la risalita è ancora in corso. E’ accaduto tutto nel giro di pochi mesi. Prima la perdita dell’amata madre, probabilmente la persona a cui Johnny Depp era più legato; poi il divorzio con la Heard, con tanto di accuse di violenza mosse da Amber nei suoi confronti e i conseguenti screzi con sua sorella Christi; infine, i guai economici e patrimoniali.

Problemi su problemi, che non hanno fatto altro che aumentare la depressione dell’attore di Hollywood, che confessa di aver pensato anche al suicidio: “Il prossimo passo – racconta Depp  – sarebbe stato arrivare in un posto con gli occhi aperti e lasciarlo con gli occhi chiusi“.

“Ho speso molto più di 30.000 dollari per il vino”

Il protagonista dei “Pirati dei Caraibi” spiega di essere stato aiutato molto dalla sua band, gli Hollywood Vampires (dove suona la chitarra insieme a Joe Perry, mentre alla voce c’è Alice Cooper, ndr), e di aver cominciato a scrivere un’autobiografia su una vecchia macchina da scrivere.

Nell’intervista viene affrontato molto il tema della dipendenza dalle droghe e dall’alcool. Johnny Depp non ci gira intorno: “È offensivo dire che ho speso 30.000 dollari per il vino. Perché era molto di più“. L’attore è in tour con la sua band, che farà tappa a Roma il prossimo 8 luglio per un live all’Auditorium Parco della Musica.