Connettiti a NewsCinema!

News

Mio Papà, la recensione

Pubblicato

:

14115680393871

Mio_papà_Giorgio_Pasotti_foto_dal_film_midIl 27 novembre uscirà in tutti i cinema italiani distribuito da Bea Production Company il nuovo film di Giulio Base: Mio Papà. Interpretato da Giorgio Pasotti, Donatella Finocchiaro, Niccolò Calvagna, Fabio Troiano e Ninetto Davoli Mio Papà racconta la storia di Lorenzo (Giorgio Pasotti), un giovane subacqueo che trascorre i suoi momenti liberi con l’amico e collega Roberto (Fabio Troiano) tra conquiste facili, alcol e discoteche. Una sera conosce la bella Claudia (Donatella Finocchiaro) e finisce col passare una delle serate più belle della sua vita. Peccato che il giorno dopo a rovinargli il bel quadretto sopraggiunge Matteo (Niccolò Calvagna), ragazzino di sei anni nato dal precedente matrimonio di Claudia. Inizialmente Lorenzo vede Matteo come un ostacolo, ma dopo qualche incontro/scontro comincia ad affezionarsi al ragazzino fino a sentirsi suo padre. Anche se purtroppo non lo è, almeno legalmente.

Questo è il cuore di Mio Papà, toccante storia nata dalle esperienze personali di Pasotti e Base. Esperienze significative che sottolineano quanto sia difficile per un uomo o una donna subentrare in un nucleo familiare già formato. E soprattutto quanto sia impossibile far valere dei calvagna3-mio-papa---500x888diritti che effettivamente non esistono. Incipit spettacolare che in mani più esperte avrebbe potuto fare faville regalando uno dei film italiani migliori degli ultimi tempi. Eppure le cose non sono andate proprio così. Mio Papà, infatti, nonostante parta da una premessa interessante presenta una serie di problemi rilevanti che evidenziano la fragilità della sua struttura. Innanzitutto la sceneggiatura ricca di luoghi comuni e la caratterizzazione dei personaggi estremamente forzata fanno perdere credibilità alla storia. In secondo luogo la narrazione è decisamente poco armonica e di stampo più televisivo che cinematografico. Aspetti negativi che rendono l’interpretazione del piccolo Niccolò Calvagna il vero punto di forza dell’intero film, tale da oscurare il bravo Pasotti e la poco ispirata Finocchiaro, solitamente eccellente e qui alle prese con un personaggio che non le calza proprio a pennello.
Tornando al film Mio Papà rimane comunque un’opera sincera che ad istanti funziona bene (come dimostrato dalla splendida inquadratura finale) e che trova il coraggio di parlare di un tema tanto importante quanto poco affrontato nella cinematografia italiana. Potete trovare qui il trailer di Mio Papà:

Classe 1988, nato con l'idea del cinema come momento magico, cresciuto con la prassi di vedere (almeno) un film a sera, abituato a digerire qualsiasi tipo di opera (commedia, splatter, dramma, horror) sin dai primissimi anni di età, propenso a scavare nei meandri più nascosti per trovare sconosciute opere horror da torcersi le budella... appassionato, commerciale, anti-commerciale, romantico, seriofilo, burtoniano...disponibile davanti e dietro le quinte e disposto per tutti voi ad intervistare le più grandi celebrità italiane e internazionali... questo è Carlo Andriani ovvero: IO.

Netflix

5 modi per bruciare calorie guardando serie tv

Pubblicato

:

stranger things 3 900x600 1

Anche per gli irriducibili della palestra ci sono i giorni “no”, quelli in cui l’ozio prende il sopravvento e l’unica cosa che si desidera è stendersi sul divano in compagnia di plaid e snack da sgranocchiare e, soprattutto, con il telecomando a portata di mano pronti per le maratone su Netflix… mica quelle di corsa! Ma non disperare, David Lloyd Clubs, il gruppo leader europeo in ambito fitness, propone 5 diversi allenamenti da poter eseguire con gli occhi incollati alle nostre serie preferite, restando in forma davanti alla TV e sentendo meno la fatica!

Corri a gambe levate con Stranger Things: quale miglior modo per sentirti parte del gruppo dei nostri piccoli eroi se non quello di scappare insieme a loro da mille e più mostri? Un classico come il tapis roulant rimane il miglior metodo per un’intensa sessione di cardio davanti a una delle serie più adrenaliniche!

Come le serie della Casa di Carta: che siano squat per avere i glutei di Tokio, addominali per la tartaruga di Denver o flessioni per le braccia di Helsinki, le serie e le ripetizioni sono fondamentali per l’aumento della massa muscolare, della resistenza, della forza e della definizione. Consigliate, 3 serie da 10-15 ripetizioni ciascuna… ma in base all’esperienza e alla preparazione è bene variare. Non dimenticare, poi, il tempo di riposo tra una serie e l’altra. Anzi! Sfruttalo per allenare anche la mente, proprio come il Professore.

Fai un salto… da Friends: anche se i nostri vecchi amici e il loro famoso divano sono inseparabili, noi non possiamo proprio rimanere seduti tra una risata e l’altra. Scegli la corda e, saltando, non solo brucerai tantissime calorie, ma avrai un cuore più sano, aumenterai la resistenza e perfino l’agilità. Unica pecca? Se vivi in un condominio e non sei al primo piano, i tuoi vicini potrebbero non essere amichevoli come Joey e Chandler quando verranno a bussarti alla porta!

Calma i nervi e non farti sopraffare da Black Mirror: brutale, cupa e inquietante. Se questa serie non è proprio la più adatta a rilassarsi dopo una giornata stressante, ma non puoi farne a meno, il nostro consiglio è di bilanciare con un po’ di yoga.
Scegli 4/5 posizioni che ti permettano di tenere lo sguardo fisso sulla TV e trova il tuo equilibrio tra forti emozioni e relax. Il fluire del respiro farà il resto!

Di tutto un po’ per la lotta alla droga di Narcos: forse non lo sai, ma l’addestramento per gli agenti della DEA è rigido, impegnativo e variegato. Dal warm-up in stretching ai circuiti anaerobici, dal cardio ai pesi. Se sei già un abile sportivo, ami i training più intensi e sogni una vita parallela alla lotta contro il crimine, un mix di diversi allenamenti (senza esagerare!), potrebbe essere quello che fa per te. Parti con qualche esercizio di risveglio muscolare, poi via di addominali e squat, qualche plank in tenuta e infine un qualche minuto di stretching. Avrai sollecitato tutto il corpo e, nel mentre, fatto un giro per le strade più pericolose della Colombia o del Messico.

friends

“La costanza è la chiave per raggiungere i risultati desiderati, ma allo stesso tempo l’esercizio fisico non deve essere percepito come un peso. Se la palestra un giorno ci sembra un impegno troppo faticoso, nessuno ci impedisce di optare per una sessione di allenamento diversa, davanti alla tv!”, ha dichiarato Marco Tonarelli, General Manager del David Lloyd Malaspina. “Sudare e tonificare il corpo con il sorriso stampato in faccia è per noi la cosa più importante. Per questo tutti i nostri trainer sono sempre a disposizione per individuare gli esercizi e gli allenamenti più idonei a rispondere alle diverse esigenze delle persone. È il primo passo per strutturare un allenamento personale idoneo!”

Per tutti gli altri giorni in cui invece in cui ti senti pieno di energie, ti aspettiamo al David Lloyd Malaspina! Il club offre oltre 160 corsi alla settimana, con differenti tipologie di allenamento e più di 14 attività diverse, compreso Blaze, il nuovo allenamento HIIT che misura in tempo reale l’efficacia dell’allenamento tramite il monitoraggio costante della frequenza cardiaca.

 

Continua a leggere

Cinema

Zombieland – Doppio Colpo, la recensione del sequel cult

Pubblicato

:

Come già il primo Zombieland (qui puoi acquistarlo su Amazon), anche Doppio Colpo, il sequel del film cult che aveva lanciato Ruben Fleischer nel 2009 (di nuovo alla regia, affiancato dagli sceneggiatori originali Rhett Reese e Paul Wernick, con l’aiuto della new entry Dave Callaham), è una commedia spesso brillante, basata sulla consapevolezza di se stessa e del contesto cinematografico in cui si va ad inserire, ma uno zombie movie pessimo. Se il modello vuole essere quello di Ghostbusters (come anche per il primo episodio), Zombieland non ha la stessa capacità del film di Ivan Reitman di bilanciare l’umorismo (che spesso si regge sugli attori, che si ritrovano ad interpretare personaggi fortemente caratterizzati e a basare le loro battute sulle aspettative che gli spettatori si sono fatti sulla loro personalità) con l’azione.

Ghostbusters, infatti, funzionava perché oltre ad essere un film estremamente divertente, era anche un’avventura scritta benissimo e cosciente dei propri elementi di forza (tanto che il problema principale del “remake femminile” fu proprio lo sbilanciamento verso la componente comedy). Una piacevole commedia, ma soprattutto un ottimo film di fantasmi. Zombieland – Doppio Colpo è una commedia dai meccanismi comici ben rodati, che riprende alcune idee vincenti da film similari (primo fra tutti Shaun of the Dead di Edgar Wright) ed inserisce nuovi personaggi in grado di instaurare dinamiche spassose con quelli originali (la migliore è sicuramente la ragazza svampita interpretata da Zoey Deutch, che è riuscita a sopravvivere all’apocalisse zombie rimanendo chiusa in una cella frigorifera per 10 anni e adesso ha bisogno di sfogare la sua astinenza sessuale). Nonostante ciò, anche sotto questo aspetto sembra quasi impossibile replicare la freschezza del film originale e perciò Doppio Colpo si “accontenta” di non sfigurare troppo rispetto al suo predecessore.

Leggi anche: Zombieland diventa una serie tv

Nonostante i personaggi riconoscano esplicitamente di avere a che fare con qualcosa che non è più di moda (al cinema, in televisione e nei videogiochi) come gli zombie, lo stesso questo sequel di Zombieland sembra un film proveniente dal passato, che in nessun modo sfrutta in maniera intelligente il suo “anacronismo” rispetto ai tempi e ai gusti del pubblico. Quel genere che nel 2009 imperversava sul grande schermo (28 giorni dopo, Resident Evil, The Horde, gli ultimi film di Romero e i remake dei classici) e che sarebbe culminato un anno dopo con il fenomeno televisivo The Walking Dead, oggi è quasi scomparso del tutto. Gli spettatori lo sanno, i personaggi anche, ma il film non sembra riconoscere questo dato di fatto nel modo in cui mette in scena il suo racconto.

Curiosità: George Romero, il creatore degli zombie

Il pretesto del road movie serve agli sceneggiatori per catapultare i protagonisti in situazioni diverse che portino alle estreme conseguenze i loro caratteri (esattamente come accadeva in Ghostbusters) e poco invece ad imbastire una trama che si possa definire realmente avventurosa e non semplicemente un passatempo tra una gag e la successiva. Zombieland – Doppio Colpo è infatti un film molto più interessante per le singole intuizioni che lo animano e per le singole interazioni tra i personaggi (come accade negli sketch comici) che per la narrazione che le dovrebbe tenere insieme. Solo alla fine, quando il film metterà i suoi personaggi davanti a dei rischi tangibili e a delle conseguenze difficili da accettare, Doppio Colpo sembrerà trovare una sua dimensione. Ma sarà ormai troppo tardi.

Zombieland - Doppio Colpo
3.3 Punteggio
Pro
Divertente, nuovi personaggi ben scritti
Contro
Manca completamente il lato avventuroso
Regia
Sceneggiatura
Cast
Colonna Sonora

Continua a leggere

Cinema

La Belle Époque, due nuove clip del film di Nicolas Bedos

Pubblicato

:

3bedfe6124612c55c31ca4e9dfdc

I Wonder Pictures e Unipol Biografilm Collection sono liete di rilasciare le clip italiane della commedia più sorprendente del 2019, La Belle Époque di Nicolas Bedos.

Victor è un uomo all’antica che odia il presente digitale. Quando un eccentrico imprenditore, grazie all’uso di scenografie cinematografiche, comparse e un po’ di trucchi di scena, gli propone di rivivere il giorno più bello della sua vita, Victor non ha dubbi. Sceglie di tornare al 16 maggio del 1974: il giorno in cui in un café di Lione ha incontrato la donna della sua vita, la bellissima Marianne.

Una sceneggiatura da Oscar® che vede protagonista un cast di stelle del cinema francese – da Daniel Auteuil a Fanny Ardant, da Pierre Arditi a Guillaume Canet fino ad arrivare alla rivelazione di Cannes 2019 Doria Tillier – riuniti insieme per mettere in scena una commedia elegante e nostalgica, capace di far ridere ed emozionare il pubblico di ogni età. Un film che si muove in un perfetto equilibrio fatto di dialoghi serrati, esilaranti ed emozionanti, scenografie meravigliose e una colonna sonora di grandi e indimenticabili successi.

E voi, se poteste rivivere il giorno più bello della vostra vita, quale scegliereste?

Continua a leggere

Iscriviti al nostro canale!

Film in uscita

Novembre, 2019

Nessun Film

Film in uscita Mese Prossimo

Dicembre

Nessun Film

Pubblicità

Facebook

Recensioni

Nuvola dei Tag

Pubblicità

Popolari

X